Mercoledì 16 Giugno 2021

SENTENZA

Escluso il reato di maltrattamenti alla nonna a carico del nipote

Dopo la sentenza di primo grado il Tribunale di Pavia ha derubricato le accuse nei confronti del nipote di 44 anni che in un primo momento era stato denunciato per maltrattamenti nei confronti della nonna di 89 anni. I giudici hanno escluso la sussistenza del reato aggravato di maltrattamenti in ...

Continua

Burrasca sul Clir: sconfitto al Tar e spernacchiato in diretta radiofonica. E Facchinotti: “Ecco perché lo difendo”

Altra tegola per il Clir, sconfitto su tutta la linea. Perde in tribunale e paga. Perde i pezzi con i soci che se vanno a gambe levate. E si vede anche spernacchiato in diretta radiofonica dal sindaco (ed ex socio) Matteo Grossi che attacca sul bilancio del Consorzio. 

Tre ...

Continua

Ditta fanghi, ora è ufficiale: il Comune al Consiglio di Stato

La guerra conto i fanghisti continua su un nuovo campo di battaglia: il Consiglio di Stato. E questa volta è l’ultima spiaggia per fermare la “fabbrica del rudo”. Infatti con una recente delibera l’amministrazione comunale ha ufficialmente incaricato i propri legali di ricorrere all’ultimo grado di giudizio ...

Continua

Dal Tar il via libera alla ditta fanghi L’ennesimo schiaffo alla Lomellina

Il territorio ha fatto 13 sulla “ruota dell’inquinamento”. Infatti il Tribunale regionale della Lombardia ha dato il via libera alla realizzazione del tredicesimo impianto di trattamenti fanghi in provincia di Pavia. L’impianto è già in costruzione a Mortara, in area Cipal, nonostante la sentenza favorevole alla ditta sia ...

Continua

“Il Comune restituisca i soldi ai mortaresi”. Rimborso-fantasma per la Tasi, Abbà in versione Robin Hood

Per pagare e morire, dice il detto, c’è sempre tempo. E allora, devono aver pensato i rappresentanti del Comune, perché avere fretta a restituire ai mortaresi le somme della Tasi indebitamente riscossi. Così circa 4mila e 300 famiglie aspettano ancora un rimborso imposto da una sentenza emanata 10 mesi ...

Continua

Parona, il tribunale boccia la madre: il licenziamento Ikea era corretto

Il licenziamento della dipendente dell’Ikea era legittimo e lei avrebbe commesso “insubordinazione”. 
Lo ha deciso il giudice del lavoro, che ha respinto la richiesta di reintegro della 39enne paronese. Un altro giudice, ad aprile, si era già espresso allo stesso modo. La Cgil Milano, nella persona del segretario ...

Continua