Mercoledì 30 Settembre 2020

Arrestato il tunisino che aveva tentato un furto in un negozio di abbigliamento

Aveva una condanna pendente di 4 mesi di reclusione e 150 euro di pena pecuniaria

Nella notte del 20 settembre 2018, i carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Vigevano, sono intervenuti presso un locale esercizio commerciale dove un individuo aveva appena tentato di sottrarre alcuni capi d’abbigliamento.
Nel corso dell’identificazione, lo stesso forniva delle generalità che non convincevano gli operanti. Per tale motivo è stato portato presso la Caserma di Vigevano e sottoposto ad alcuni accertamenti attraverso le Banche Dati delle Forze di Polizia, che hanno consentito di appurare, oltre al fatto che lo stesso aveva fornito false generalità anche che il malfattore aveva pendente un provvedimento restrittivo emesso il 12 settembre 2017 dalla Procura della Repubblica di Mantova per il reato di furto aggravato in concorso, commesso nel paese di Goito (MN) il 5 aprile 2011, con una pena residua da scontare di quattro mesi, oltre al pagamento di una pena pecuniaria di 150 euro.
Per tale motivo D.K., quarantacinquenne nato e residente in Tunisia di fatto in Italia senza fissa dimora, disoccupato, pregiudicato è stato arrestato e condotto presso la casa di reclusione di Vigevano e, contestualmente, denunciato per furto aggravato e false dichiarazioni rese a P.U.
Il Nuovo Lomellino © Riproduzione riservata