Giovedì 21 Marzo 2019

Venerdì a Cambieri ambientalisti a convegno: amministratori svegliatevi, basta inquinamento!

Parlare di rifiuti significa pensare al futuro. Un futuro possibilmente migliore. Anche a questo scopo la rete  RifiutiaAMOci ha organizzato per venerdì prossimo, 15 marzo a partire dalle 21 a palazzo Cambieri, un incontro pubblico per affrontare i temi ambientali.

Dall’amianto ai fanghi, dalle scorie radioattivo all’incenerimento dei rifiuti, fino al riciclo delle materie prime. Sono tutti temi legati a doppio filo con la salute del territorio e delle persone che lo abitano. E sono anche i temi che verranno affrontati da relatori molto competenti. Nel corso della serata si alterneranno gli interventi del biologo e ricercatore Giuseppe Damiani, Marco Dapiaggi, la biologa Nicoletta Gatti, Renato Soffritti e Raoul Vergalli. “Combattiamo la cecità istituzionale – è il manifesto d’intenti degli organizzatori – e la cecità di molti cittadini che ancora giustificano certe politiche scellerate informandoci e informando. In una provincia a vocazione agricola si è perso il punto di vista primario della tutela dell’ambiente e dalla salute”. Tra le ultime iniziative promosse anche da RifiutiAMOci c’è anche la raccolta firme per  dire no al progetto di ampliamento dell’inceneritore di Parona. 

“La raccolta differenziata nel pavese – è il loro ragionamento - sta aumentando e di conseguenza è sempre minore la quantità di rifiuti da bruciare e di conseguenza la necessità di mantenere in vita questo inceneritore. Il territorio è già denso di manufatti inquinanti e pratiche come lo spargimento di fanghi in agricoltura che depauperano le matrici ambientali di uno dei terreni più fertili del mondo”.

Luca Degrandi © Riproduzione riservata