Giovedì 12 Dicembre 2019

Velezzo, petizione di aziende e cittadini per riaprire il ponte di Campalestro

I cittadini dei Comuni limitrofi hanno organizzato una raccolta firme indirizzata al Presidente della Provincia

VELEZZO – Il ponte chiuso e una situazione insostenibile, non solo per i trattori, di cui nessuno sembra curarsi e che molti vogliono trascurare o dimenticare. Eppure il piccolo viadotto che fa da incrocio tra le provinciali 14 e 16 e divide Velezzo dalla frazione di Campalestro, porta in mezza Lomellina. 

Così il sindaco, dopo essere stato “spernacchiato” dalla Provincia (che aveva dato la colpa del crollo agli agricoltori e ai loro mezzi troppo pesanti), ha richiesto un incontro in Prefettura per i prossimi giorni. Il ponte, intanto, resta chiuso dallo scorso settembre a tempo indeterminato. 

“La situazione è disastrosa – dichiara il primo cittadino Raffaele Marini – e io temo le piogge. Se l’Agogna dovesse riempirsi o esondare, Campalestro rimarrebbe totalmente isolata. Vedremo cosa ci dirà la Prefettura”. 

Marini chiederà rassicurazioni sulle tempistiche e sulla fattibilità dei lavori per sistemare il ponte.

Intanto i cittadini del paese e dei Comuni vicini si sono organizzati per sottoscrivere una petizione. E' possibile firmarla anche presso la redazione de L'Informatore Lomellino. 

"I sottoscritti cittadini di Velezzo Lomellina e Comuni limitrofi - si legge nel testo della raccolta firme - chiedono la riapertura urgente del ponte, in località Campalestro, intersezione tra SP14-SP16, per evidenti ragioni di viabilità pubblica. Le Aziende Agricole e le Attività Commerciali sotto elencate, chiedono anche loro una riapertura urgente, in quanto, non possono continuamente allungare di molti chilometri il loro percorso, per poter raggiungere i terreni di coltivazione oppure i siti di lavorazione. Segnalano inoltre la mancanza delle norme di sicurezza nel tratto che vanno a percorrere in strada privata, sterrata e lamentano i danni economici che stanno sostenendo a causa dell'allungamento del tragitto che devono percorrere per raggiungere le sedi di lavoro. Evidenziano inoltre anche la grande difficoltà che hanno dovuto affrontare e stanno affrontando i mezzi di soccorso quando vanno a percorrere tale tratto di strada e devono immettersi su strada sterrata, a causa della chiusura del ponte suddetto (siano essi: Ambulanze, Automezzi Vigili del Fuoco oppure auto delle Forze dell'Ordine). Sollecitano pertanto il ripristino della viabilità in tempi brevi, per evitare ulteriore difficoltà, visto che l'inverno sta incalzando e gli eventi atmosferici non sono per nulla favorevoli. Confidano in una soluzione rapida di quanto evidenziato, da parte degli organi competenti, responsabili della viabilità sulla tratta provinciale sopra indicata".

Il Nuovo Lomellino © Riproduzione riservata