Venerdì 05 Giugno 2020

Urta, fugge e si costituisce

Dopo aver urtato un ciclista a bordo della sua Toyota Yaris facendolo cadere a terra, ha proseguito senza prestare soccorso. Dopo un giorno di paura e di rimorsi, la ventenne neopatentata si è però presentata spontaneamente nella caserma dei carabinieri di Robbio, il luogo dove vive, raccontando tutto. Il ciclista per fortuna se la caverà con una prognosi di una decina di giorni.

L’incidente è avvenuto giovedì mattina sulla provinciale 26, tra Sant’Angelo e Ceretto, intorno alle 7 e 15. Un 29enne marocchino, Muhammad Usman, è stato urtato mentre pedalava dallo specchietto della Yaris (che si è poi staccato), finendo violentemente a terra. Lo hanno soccorso altri automobilisti di passaggio. Un’ambulanza della Croce Rossa di Mortara lo ha poi portato al pronto soccorso di Vigevano. La ragazza alla guida ha deciso di costituirsi e ha raccontato durante un pianto ininterrotto, stava andando al lavoro ed è stata presa dal panico per l’incidente. La sua patente è stata sospesa, e la giovane dovrà rispondere dei reati di omissione di soccorso e fuga.


Davide Maniaci © Riproduzione riservata