Martedì 21 Maggio 2019

Truffa in rete, denunciati dai carabinieri due pregiudicati napoletani

I due pregiudicati usavano tessere poste-pay per farsi pagare la merce farlocca, messa in vendita su internet ma in realtà mai esistita. Anche il sito web che avevano creato apposta era stato aperto usando false generalità. 

Ma i carabinieri della stazione di San Giorgio, dopo un’indagine durata più di 6 mesi, hanno denunciato due pregiudicati napoletani di 18 e 53 anni per i reati rispettivamente di favoreggiamento personale (il diciottenne) e sostituzione di persona e truffa, l’altro.  Tutto è nato dalla denuncia sporta il 18 agosto da un 36enne di Cergnago. Aveva acquistato sul sito internet www.essenzialcar.it un ricambio per autovettura pagandolo 200 euro.

 Ha versato i soldi su una poste pay intestata al 18enne campano che, successivamente, l’ha venduta ad altri. Ma i pezzi di ricambio, ovviamente, non sono mai arrivati.  Gli ulteriori accertamenti da parte dei militari hanno appurato che il sito usato per vendere la merce finta era stato creato tramite il portale Aruba. Per pagare la sua creazione era stata usata un’altra poste pay, stavolta intestata al 53enne, registratosi con un nome falso proprio per depistare eventuali indagini. I due sono stati denunciati in stato di libertà.

Davide Maniaci © Riproduzione riservata