Lunedì 30 Marzo 2020

Trova nel cortile di casa un porcino record del peso di oltre un chilogrammo

Il “Boletus Edulis”, più comunemente noto come fungo porcino, è il sogno di ogni cercatore di funghi, per il quale nei periodi adeguati vengono addirittura organizzate ricerche in montagna. Questo sogno però per Cristina Veronese (nella foto), un’abitante di Cergnago, si è concretizzato addirittura nel cortile di casa, nel pomeriggio di sabato scorso, 14 settembre, con immenso stupore da parte della sua scopritrice, soprattutto per le non comuni dimensioni di questo vero capolavoro della natura. 

“Stavo passeggiando in cortile mentre ero intenta a raccogliere qualche ginestra, funghi commestibili ma di valore inferiore ai porcini, quando improvvisamente mi sono trovata davanti questo enorme porcino dal peso di oltre un chilogrammo. Inizialmente – racconta ancora emozionata Cristina Veronese – non credevo ai miei occhi, anche perché trovare un porcino è già una rarità, figuriamoci trovarlo proprio sotto casa! Esatto, proprio sotto casa, ai piedi di una quercia in riva a un piccolo fossato che passa proprio qui. Sarebbe bastato anche un solo giorno di ritardo e probabilmente sarebbe stato tardi”. 

Il porcino della zona è ricercatissimo e si caratterizza per il suo inconfondibile profumo, il tipico gambo reticolato e la sua consistente polpa bianca. Dopo averlo colto, è stato accuratamente affettato e messo ad essiccare… in attesa che diventi l’ingrediente principale di un buon risotto da gustare in famiglia, magari con qualche amico. Ma la sorpresa non finisce qui. Il fungo infatti, è stato trovato proprio nel bel mezzo dello svolgimento della sagra del risotto (con i funghi) che si è svolta a Cergnago la scorsa settimana: un tempismo perfetto!

È davvero un fungo record, che si aggiungerà agli “annali” della famiglia Scotti, non nuova a questo tipo di ritrovamenti, dove troverà senz’altro un posto d’onore dato il peso, le dimensioni e l’impensabile luogo del ritrovamento. 

© Riproduzione riservata