Lunedì 22 Aprile 2019

Tromello: identificati dai vigili i vandali dei sassi sui binari e gli “sporcaccioni dei rifiuti”

Le multe fioccano come la neve a Tromello, grazie all’azione della polizia locale e al prezioso supporto delle telecamere di video sorveglianza. A destare la maggiore impressione in paese è stata l’identificazione dei vandali che due settimane fa hanno messo un sasso sulla ferrovia che collega Pavia e Vercelli, facendo fermare un convoglio in transito. 

In conseguenza di questo fatto, che poteva avere conseguenze gravissime, si erano poi verificati incidenti a catena nell’intervento dei soccorsi, con una serie di scontri a catena a causa delle condizioni del fondo stradale, reso estremamente scivoloso dal gelo.

I responsabili di questo atto di vandalismo che solo per fortuna non si è tradotto in un dramma, sarebbero dei minorenni del paese, che ora subiranno, con ogni probabilità, le sanzioni da parte della polizia locale.

Secondo le prime indiscrezioni il gruppo di adolescenti si sarebbe già  macchiato di altri atti di vandalismo pericoloso sulla ferrovia: i ragazzi avrebbero gettato sulla strada ferrata alcune bottiglie di birra dopo averle bevute, ma soprattutto avrebbero anche gettato una bicicletta sulle rotaie, fortunatamente recuperata poco dopo dal personale.

Purtroppo questi episodi non sono stati isolatissimi. Già qualche anno fa gli abitanti di Tromello si erano lamentati della presenza di gruppi di teppisti adolescenti nelle vicinanze della stazione.

L’identificazione di questo gruppo di baby teppisti sarebbe avvenuto grazie al posizionamento delle telecamere di sorveglianza, che si è rivelato quindi efficace per stroncare sul nascere questo cattivo esempio per il paese.

Ancora telecamere protagoniste per i “furbetti” dell’immondizia, cioè quelli che non hanno capito che in paese è attiva la raccolta porta a porta. Oppure che lo hanno capito benissimo e preferiscono ignorare le regole di convivenza civile. Sono stati così “beccati” i primi tre che lasciano i rifiuti in piena campagna. Questi si sono visti recapitare a casa una salata multa di duecento euro.

Per vigilare su questi incresciosi episodi la polizia locale monitora il territorio tromellese coadiuvata da un gruppo di cittadini che si occupa di segnalare questi furbetti.

Il giro di vite per mantenere Tromello più civile e ordinata è oramai stretto. I “furbetti” che si erano sbarazzati dell’immondizia in modo incivile non sono stati, in realtà, troppo “furbi” vista la multa che ora devono pagare.

Andrea Sartori © Riproduzione riservata