Lunedì 29 Novembre 2021

Torre Beretti, “Sorvegliamoci” anche sul gruppo di Whatsapp

Ora le ronde e il controllo di vicinato si fanno anche su Whatsapp, tramite il passaparola dei cittadini pronti a notare e a segnalare ogni movimento sospetto sulle strade del paese. 
L’idea del gruppo “Sorvegliamoci” a Torre Beretti, nato tre anni fa usando il celebre servizio di messaggistica istantanea sul telefonino, ha attirato anche l’attenzione della Prefettura. Quest’ultima infatti ha scritto al Comune per sottoscrivere un accordo: proprio “Sorvegliamoci” potrà essere di grande aiuto alle forze dell’ordine per prevenire i reati. “In base a questo accordo – spiega il sindaco Marco Broveglio – noi ci impegniamo a far iscrivere al gruppo di Whatsapp il maggior numero di cittadini possibile, per diffondere meglio tra noi le informazioni che possono evitare eventi criminosi. Inoltre nomineremo un coordinatore. Sarà lui a decidere in base alle segnalazioni se avvisare o meno le forze dell’ordine”. In ogni via saranno anche installati dei cartelli, che avviseranno che l’area è sottoposta al controllo di vicinato. Il coordinatore riceverà un’adeguata formazione dalla Prefettura con incontri periodici. 
“I cittadini – conclude Broveglio – devono segnalare tutto ciò che vedono di sospetto (come individui o automobili) ma senza prendere iniziative imprudenti, che possano mettere in pericolo sé stessi o gli altri. Il gruppo nacque nell’autunno del 2015, in un periodo in cui praticamente ogni sera la gente notava auto sospette avanti e indietro per il paese. Dopo la creazione di “Sorvegliamoci” gli allarmi e i furti sono drasticamente diminuiti”.  

Davide Maniaci © Riproduzione riservata