Giovedì 05 Dicembre 2019

Strade disastrate, ora caccia alle responsabilità

  • Mede
  • 01 Maggio 2019

Secondo il municipio è colpa della società che ha eseguito (male) i lavori. Per questo l’amministrazione comunale ha trattenuto la cauzione e ha convocato l’impresa, per procedere al ripristino e far sistemare le buche sulle strade. 

Intanto a Mede monta il “caso-asfalti”, portato in consiglio comunale da Antonella Bertarello e che evidenzia come diverse zone della città, “sistemate” da pochissismo, versino già in condizioni di degrado. 

“Siccome questi lavori eseguiti male – evidenzia la Bertarello, capogruppo di minoranza – sono sparsi per tutta Mede, non è possibile parlare di un caso. In via Gramsci diverse buche costellano i vari tombini, mentre in prossimità della scuola dell’infanzia mancano strisce pedonali e dissuasori di velocità. L’asfalto è già scrostato anche in via Cesare Arrigo e via Dante”. Ma tanti altri si lamentano di corso Italia, con buche in cui entra una scarpa anche nei pressi della scuola primaria e in via Invernizzi  non lontano dalla casa di riposo. Luoghi di passaggio quasi obbligati, in cui oltre ad auto e pedoni transitano molte biciclette, i mezzi meno sicuri quando si pedala su strade-colabrodo. 

“Questa superficialità e questa approssimazione nell’esecuzione dei lavori – aggiunge la Bertarello – non è grave soltanto per motivi di decenza, ma anche di sicurezza dei cittadini. La situazione più grave credo sia quella del tombino presso la casa di riposo. Per questo chiediamo all’amministrazione che intervenga al più presto”.  

Ma dal Comune ribattono: non è colpa nostra.  “I lavori eseguiti non rispettando la regola dell’arte – risponde l’assessore ai lavori pubblici Fabrizio Carena – sono stati contestati, ad oggi non è stato emesso il certificato di regolare esecuzione e abbiamo trattenuto la cauzione. Abbiamo fatto passare l’inverno e ora è stata già convocata l’impresa esecutrice per il ripristino. Faremo sistemare tutto il prima possibile”.

Davide Maniaci © Riproduzione riservata