Lunedì 06 Luglio 2020

Stop ai mezzi pesanti (era ora!) sulla strada Olevano-Cergnago

La strada da Olevano a Cergnago è chiusa da due settimane ai mezzi pesanti, ma nessuno lo sa. 
L’ordinanza provinciale, pubblicata sull’albo pretorio, è valida dal 21 maggio, ma chi ha percorso la provinciale 57 ieri, martedì, non ha visto nessun segnale di divieto o nessuna indicazione e, esattamente come accade sul ponte sull’Agogna, interdetto da più di tre anni ma che attraversano tutti per la mancanza di barriere, l’intensità del traffico è la stessa di sempre. 
La polizia locale ha precisato che i segnali stradali sono già stati ordinati.
È stata l’amministrazione del sindaco Luca Mondin a chiedere, in una lettera datata 12 aprile, che la Provincia proibisse il passaggio ai mezzi pesanti che, a pieno carico, pesano più di 3 tonnellate e mezzo dalla chiesa parrocchiale di Olevano fino all’intersezione con l’ex statale 211 verso Cergnago.  
Un percorso che molti mezzi pesanti usano come scorciatoia per recarsi dalla centrale a biomassa legnosa BiOlevano alla bassa Lomellina, senza dover affrontare il percorso, più lungo, che passa da Castello d’Agogna e da Mortara. Ma la strada chiusa è strettissima e con le banchine cedevoli. E il passaggio continuo di mezzi molto pesanti,, non ha aiutato di certo. La soluzione di vietargli il passaggio era ventilata da tempo in paese, ma pochi sapevano dell’ordinanza provinciale.
Gli agricoltori tirano il fiato: l’ordinanza concede una deroga ai veicoli in carico e scarico. In caso contrario sarebbe stata una mazzata pesantissima e insostenibile per le aziende agricole che hanno come  unico sbocco di transito   proprio la provinciale Olevano - Cergnago. 

Davide Maniaci © Riproduzione riservata