Lunedì 29 Novembre 2021

Spacciatore albanese arrestato in flagranza a Garlasco. Ha venduto un grammo di coca a una barista di Gropello

Un avventore del locale si era insospettito per uno scambio di denaro e materiale tra una donna e un uomo lunedì sera, in un bar di Garlasco. Così il cliente ha chiamato subito i carabinieri che intervengono e arrestano un albanese di 30 anni intento a spacciare.

Nella serata di lunedì, il cliente del bar ha notato uno scambio furtivo di soldi e materiale tra un uomo e una donna all’interno di un locale di Garlasco e lo ha segnalato subito ai carabinieri. I militari, già in perlustrazione del territorio, sono immediatamente intervenuti, riuscendo a rintracciare e bloccare l’uomo a bordo della propria macchina. E' un disoccupato pregiudicato albanese, classe 1989, senza fissa dimora. Alla vista dei militari ha tentato vanamente di ingoiare quattro involucri contenenti più di due grammi di cocaina, non riuscendo nell’intento perché prontamente bloccato. A seguito della perquisizione personale, i militari hanno anche rinvenuto una somma contante di duecentoquaranta euro, provento di attività illecita di spaccio. Lo spacciatore è stato quindi tratto in arresto e, dopo essere stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Compagnia di Vigevano, è stato sottoposto al rito direttissimo presso il Tribunale di Pavia, che martedì ha convalidato l’arresto e lo ha condannato a una pena di un anno e sette mesi, sospesa. I militari, la sera del fatto, hanno inoltre prontamente rintracciato la donna a cui l’uomo aveva ceduto poco prima la sostanza nel circolo, una barista cinquantaduenne di Gropello, che, dopo qualche resistenza, ha consegnato la droga comprata, circa un grammo di cocaina, venendo segnalata alla Prefettura di Pavia quale assuntrice sostanze stupefacenti.

Il Nuovo Lomellino © Riproduzione riservata