Venerdì 22 Novembre 2019

Sottopassaggio? Sembra di essere ad Amsterdam

Percorrendo il sottopassaggio pedonale sembra di essere in una zona franca per droga e alcol. Almeno per la puzza. 
Non è necessario avere un olfatto particolarmente sensibile, infatti, per sentire un odore forte e pungente che pervade la parte pedonale, nel lato di corso Torino.
Lì la “festa”, con musica, alcolici e fumo, inizia già dalle 18, con un gruppo di giovani che si ritrovano in via De Cantiano. La situazione è descritta da diversi residenti della zona che, ora, iniziano a percorrere quel tratto di strada con crescente preoccupazione. Un timore che è aumentato a causa della mancanza di controlli frequenti e dall’assenza della videosorveglianza. La presenza delle telecamere nel sottopassaggio è solo un ricordo testimoniato da una macchia nera sul muro. Da due anni mancano due dispositivi, mentre da molto più tempo non c’è un operatore che sia adibito al controllo delle immagini presso la centrale di palazzo Cambieri. Nonostante tutto l’assessore alla sicurezza Luigi Granelli predica calma e promette una “mossa a sorpresa” nelle prossime settimane. Non a caso sono in corso intensi contatti con le forze dell’ordine di Vigevano e Abbiategrasso, Comuni che dispongono anche di un’unità cinofila. 

Luca Degrandi © Riproduzione riservata