Lunedì 26 Ottobre 2020

Si scaldano i motori in vista del Carnevale Mortarese

Come direbbe la hit dell'estate, "questa è una storia italiana" perché "anche se piove la musica suona". La pioggia è quella di martedì 6 novembre, la musica è la voce delle persone che si sono trovate alla sede della Contrada La Torre per progettare. Perché per il secondo anno la città si sta preparando all'evento più pazzo, più scatenato e più divertente. Il 3 marzo 2019 è una data da segnare sul calendario. Per il secondo anno saranno i cittadini di Mortara a regalare un carnevale strepitoso alla città. È solo novembre ma già una decina di associazioni e un buon numero di volontari si sono riuniti per delineare quello che sarà il grande carnevale 2019. Curioso ricordare la sua nascita, un post su Facebook, sulla pagina "sei di Mortara se..." che non è passato inosservato. Era una proposta, una domanda non domanda di una mortarese d'adozione, Santina Amato. "Perché anche a Mortara non facciamo un bel carnevale per i grandi e i piccini?". Ed ecco che i grandi (spinti da qualche piccino) si sono dati da fare e hanno dato vita a una festa esuberante. "Quest'anno – ha spiegato Andrea Pelli durante la riunione – ci muoveremo sulla falsa riga dell'anno scorso. Ci sarà un corteo in maschera e poi la grande festa in piazza del teatro, anche se le modalità sono ancora da definire". Anche quest’anno la contrada La Torre fungerà da “prestanome” per i documenti ma ci tiene a sottolineare come non debba essere considerata il fulcro dell’evento. In prima linea si conferma l'associazione Nami, gli animatori più famosi della città, che riproporranno la temibile e colorata battaglia di farina. Sarà proprio Nami a mettere in scena uno spettacolo per raccogliere fondi per l'evento. Non prendete impegni per sabato 12 gennaio: gli animatori saliranno sul palco in veste di attori per una serata davvero speciale, da pelle d'oca e da sorriso sulle labbra. Il gruppo di cittadini volontari a capo del carnevale mortarese si sta allargando, le porte sono aperte per chiunque voglia aggiungersi. Necessaria tanta voglia di divertirsi e un briciolo di follia.

Michela Poni © Riproduzione riservata