Sabato 24 Ottobre 2020

Si inventa una rapina fuori dalla propria tabaccheria ad opera di due uomini armati, ma viene smascherato e denunciato dai carabinieri

Il racconto non aveva convinto fin dall’inizio i carabinieri per le incongruenze contenute e le modalità insolite di trasporto dell’incasso sottratto e, dopo una lunga indagine e i numerosi riscontri trovati, hanno smascherato l’uomo che, per incassare i soldi del risarcimento dell’assicurazione per 6300 euro, aveva inventato una finta rapina.

I Carabinieri di Garlasco hanno deferito in stato di libertà per il reato di simulazione di reato e fraudolento danneggiamento dei beni assicurati, un esercente commerciale di Garlasco. Al termine di una approfondita attività investigativa, l'uomo è stato deferito per aver denunciato falsamente una rapina da lui subita verso le 6 e 30 dello scorso 6 maggio per mano di due soggetti, di cui uno armato di pistola, mentre si stava recando ad aprire la propria tabaccheria. Nell’occasione, l’uomo aveva denunciato ai militari di essere stato aggredito da dietro da due individui travisati con passamontagna, verosimilmente stranieri, cui uno armato pistola, che dopo averlo minacciato, si erano fatti consegnare un borsello contenente una somma in contanti di 13mila euro circa, ovvero l’incasso dell’esercizio dei giorni precedenti, un orologio “rolex”, il telefono cellulare e il portafoglio contenente documenti ed effetti personali, poi dileguandosi.  

© Riproduzione riservata