Lunedì 06 Aprile 2020

Scendi il cane con l’acqua! Granelli contro la pipì

L’assessore alla sicurezza prosegue la battaglia contro i vunciòn. E arrivano le multe

“Questa città non è un gabinetto!”. Così l’assessore alla sicurezza Luigi Granelli parte con il pugno di ferro contro i “vuncion degli escrementi di cane”. C’è voluto un appostamento con tanto di telecamera mobile posizionata in via Gorizia, ma alla fine è stato beccato! Così nei giorni scorsi è stato colto sul fatto un mortarese che non ha raccolto gli escrementi del proprio cane.

E per l’assessore Luigi Granelli è solo il primo episodio che apre la stagione della “tolleranza zero” verso i proprietari di animali di affezione che non rispettano le regole. Tra le più importanti norme c’è infatti quella che impone di raccogliere le deiezione del proprio animale. Una prescrizione poco rispettata, a giudicare dallo stato di alcune strade cittadine. Così l’assessore ha dato il via alla caccia allo sporcaccione. Con il primo “successo” che porterà ad una sanzione amministrativa che parte da un minimo di 50 euro. “Io sono un amante degli animali – precisa l’assessore alla sicurezza – però possederne uno significa prendersene cura in tutto e per tutto. Ovviamente i nostri amici pelosi non hanno nessuna colpa in questa vicenda. Loro la fanno dove capita. Il problema è costituito dai padroni. Troppo spesso maleducati e menefreghisti”. Ma non finisce qui. Infatti l’assessore ha in mente un’altra idea rivoluzionaria per realizzare il suo progetto “strade pulite”. Il suo progetto consiste nell’introduzione di una nuova norma del regolamento comunale che preveda una multa per chi porta a spasso il cane senza l’acqua per pulire colonne e muri sporcati dall’animale. Un giro di vite per contrastare anche l’effetto “pipì selvaggia”. “Gli animali – aggiunge Luigi Granelli – sono imprevedibili e non hanno coscienza di dove sia possibile fermarsi per i bisogni. Penso che sia necessario  che i conduttori debbano avere sempre con sé un contenitore d’acqua per lavare o comunque diluire le urine”. 

Il provvedimento che vorrebbe introdurre l’assessore andrà a colpire solo i proprietari di cani che saranno obbligati a portare con sé un contenitore d’acqua.

Luca Degrandi © Riproduzione riservata