Mercoledì 30 Settembre 2020

San Giorgio: tutto il paese si stringe accanto a don Mirko nel suo decennale (e non solo)

Festeggiate due ricorrenze importanti per la comunità sangiorgese. Domenica scorsa, alle 11, durante la santa messa, il parroco Don Mirko Montagnoli ha ricordato il sesto anniversario della consacrazione della chiesa dedicata a San Giorgio Martire ed il decimo anniversario del suo arrivo in parrocchia.
Due avvenimenti che hanno lasciato un’impronta indelebile.
Anni fa, grazie alla consultazione di alcuni documenti dell’archivio parrocchiale, Don Mirko, scoprì che la chiesa, costruita nel 1772, non era mai stata consacrata: non esisteva una cerimonia ufficiale, anche se i riti e le funzioni, officiati fino a quel giorno, erano considerati validi. Grazie al suo impegno, domenica 7 ottobre 2012, ci fu la consacrazione ufficiale, con la benedizione del vescovo emerito di Vigevano, Claudio Baggini; in paese, ogni anno, quel giorno viene solennemente ricordato.
Per tutti i fedeli, domenica il ricordo di quella celebrazione è stato particolarmente vivo, e Don Mirko ha voluto festeggiare in questa data anche il suo arrivo a San Giorgio. Prima della benedizione finale, Marcella Muffa, a nome di tutta la comunità religiosa e delle catechiste, ha ringraziato il parroco. 
”Caro Don Mirko - ha esordito Marcella Muffa - la comunità e tutti i collaboratori parrocchiali sono lieti di formularti gli auguri più cari e sinceri nella ricorrenza del 10° anniversario di ministero svolto presso di noi. Non è solo la tua festa, ma anche la nostra: la festa di tutto il popolo di Dio di questa parrocchia. Quel 13 settembre 2008  abbiamo accolto te e la tua famiglia nel nostro paese, e abbiamo iniziato insieme un cammino ricco di gioie, difficoltà, soddisfazioni e speranze”. 
La comunità ha avuto modo di apprezzare la costante presenza e disponibilità del parroco nei confronti dei cittadini. Nel tempo, grazie all’impegno e alla sua tenacia, è rifiorita la chiesa, che dopo i lunghi lavori di restauro, il 7 ottobre 2012, è stata consacrata dal vescovo Claudio Baggini. “Ci hai fatto vivere momenti spensierati - ha proseguito Marcella Muffa - hai rivolto la tua attenzione ai grandi e ai piccoli. Per i nostri bambini, hai fatto crescere il Grest Estivo, organizzato gite, e  regalato i piacevoli concerti di Cristina D’avena, ora cittadina onoraria di San Giorgio; ma ciò che è più importante per noi è averti come guida spirituale, quella guida che, se necessario, non esita a dare “una tiratina di orecchie” quando ce lo meritiamo! Noi ti saremo sempre vicini, con gratitudine, affetto, e con le nostre preghiere, affidandoti alla Vergine Maria, perché possa darti ancora forza ed entusiasmo nel cammino sacerdotale. Ci auguriamo di averti come Parroco ancora per molti anni!”. 
Un’opera che, secondo le catechiste, ha portato e porterà frutti di conversione. Parole di ringraziamento sono giunte anche dal sindaco Andrea Mora, e da Vittoria Ramella, in rappresentanza dei collaboratori dell’oratorio. 
In ricordo di questo giorno, al parroco sono stati donati, una targa dell’amministrazione comunale, due riproduzioni su tela raffiguranti le statue della Vergine Maria presenti nella chiesa sangiorgese, tanto care a Don Mirko, ed una grande foto di gruppo del “Don”, come lo chiamano all’oratorio, con tutti i suoi animatori. 

Il Nuovo Lomellino © Riproduzione riservata