Sabato 28 Marzo 2020

San Giorgio ama Cristina

Si è rivelato un successo strepitoso il tanto atteso “Cantiamo con Cristina”, l’evento che nel tardo pomeriggio di domenica scorsa ha visto Cristina D’Avena come ospite speciale presso l’oratorio di San Giorgio.

La “Regina delle sigle” ha infatti cantato alcune delle canzoni che hanno fatto la storia dell’epoca d’oro dei cartoni animati della televisione italiana e che sono entrate nelle menti e nei cuori di intere generazioni: tra queste, le intramontabili sigle di “Mila e Shiro”, del gatto spaziale “Doraemon”, di “Pollon combinaguai”, “Siamo fatti così”, “Magica Emi”, “Occhi di gatto”, “Tutti all’arrembaggio” di One Piece, “Detective Conan” e tante altre. 

Anche i bambini hanno però fatto alcune sorprese a Cristina, trasformandosi per alcuni minuti nel suo “coro d’eccellenza” - come lo ha definito il parroco don Mirko Montagnoli dal palco - per cantare insieme a lei alcuni brani come “Senza farlo apposta” di Federica Carta e Shade e una versione favolosa della “101 Dalmatian Street”. Ultima ma non per importanza, tra le sorprese dei bambini all’amatissima Cantante, anche la sigla cantata di “Bella storia”, che rappresenta il Grest di San Giorgio. 

“Vengo da queste parti da ormai sette anni – confida Cristina con quell’entusiasmo e con quella sincera spontaneità che la contraddistinguono – grazie all’amicizia con don Mirko, grande fan e caro amico. Sono sempre felice di ritornare qui: sono cittadina onoraria e quindi ogni volta mi sembra quasi di tornare a casa e di sentirmi in famiglia”. 

La stessa gioia traspare dal volto di Cristina, sempre capace di trasmettere tenerezza e cordialità, anche commentando i suoi ultimi capolavori che hanno letteralmente conquistato l’Italia: “Duets” e “Duets forever”, uno disco d’oro e l’altro disco di platino. “In questi due dischi ho duettato con trentadue artisti della musica italiana: era un mio sogno e si è realizzato con mia grande soddisfazione perché è stato prima di tutto un successo personale, – continua – e pensare che anche un’artista quale Loredana Bertè si mette a cantare Occhi di gatto è una grandissima soddisfazione”. 

Avere avuto l’opportunità di passare qualche ora con un’ospite tanto brillante ha quindi rappresentato un momento di felicità che sarà difficile da dimenticare non solo per i bambini che frequentano il Grest e che hanno così potuto avvicinarsi a quelle buone e genuine canzoni, ma anche per i tanti adulti presenti (di cui non pochi provenienti da altri paesi più o meno vicini a San Giorgio) per vivere l’evento clou dell’estate sangiorgese, reso possibile grazie all’amicizia di don Mirko con una delle più amate personalità della musica italiana.

Si può essere certi che il legame ormai consolidato tra Cristina e San Giorgio passerà agli annali della storia della Lomellina come uno dei ricordi più piacevoli di sempre. 

Nicholas Scotti © Riproduzione riservata