Venerdì 06 Dicembre 2019

Sabato 24 agosto a Borgolavezzaro il trofeo "Mario Nipoti" per rivedere in campo la gloriosa Virtus Zeme

La quarta edizione del trofeo "Mario Nipoti" (nella foto i protagonisti del 2018) sarà l'occasione ideale per tornare ad ammirare in azione i giocatori della Virtus Zeme. L'armata giallorossa, dopo aver dominato per anni il panorama del campionato Csi e aver polverizzato un record dopo l'altro, si appresta a riunirsi per giocare nel ricordo di un amico.

Sabato prossimo, 24 agosto, infatti, il campo sportivo di Borgolavezzaro ospiterà per la quarta volta la partita in ricordo di Mario Nipoti, un tifoso decisamente speciale. Conosciutissimo nel suo paese, Mario Nipoti era però legatissimo anche alla squadra di Zeme. Uno dei suoi due adorati figli, Marco, è stato infatti per anni giocatore prima e dirigente poi della formazione virtussina. Con lui in campo e poi in panchina, la Virtus ha dominato gli ultimi campionati Csi, fino a due stagioni fa. Nell'ultimo campionato, infatti, i colori giallorossi non hanno popolato i campi del torneo amatoriale. Complici gli anni che passano e un ricambio generazionale che non c'è stato, la Virtus non ha partecipato al campionato.

Ma ha comunque continuato a giocare, in particolare con il torneo primaverile di Garlasco, riservato alla categoria under 40. Una sorta di reunion della Virtus "forever", che ora è pronta per riabbracciare i suoi tifosi in occasione del trofeo del prossimo 24 agosto.

E sarà una partita speciale anche per Marco Nipoti, non solo perché sarà giocata nel ricordo di papà Mario, ma anche perché la sua nuova vita calcistica riparte proprio da Borgolavezzaro, in qualità di direttore sportivo della formazione guidata da mister Angelo Rimola, che si sta preparando per il debutto nella Prima categoria piemontese.

Alle 15 e 30 il fischio d'inizio, con ingresso libero e gratuito per tutti, nel segno del commosso ricordo di Mario Nipoti, con la presenza sugli spalti di tutta la sua famiglia, dalla moglie Lucia al figlio Franco. Marco invece siederà in panchina, come sempre nelle tre precedenti edizioni del trofeo. La famiglia Nipoti metterà in palio la coppa per la formazione vincitrice. Ai secondi classificati, invece, il trofeo offerto dall'Informatore Lomellino, vinto già due volte dalla Virtus Zeme.

L'albo d'oro del trofeo, infatti, vede al momento il Borgolavezzaro al comando con due successi contro un'affermazione degli zemesi. La prima edizione, nell'estate 2016, ha premiato i colori biancoazzurri. Particolarissima la seconda edizione, programmata inizialmente per il 6 settembre 2017. Un fatidico mercoledì che in Lomellina tutti ricordano come la giornata nera per l'ambiente, con il rogo della discarica Eredi Bertè di Mortara che, tra gli effetti collaterali, ha anche causato il divieto di praticare attività sportiva all'aperto, anche a Borgolavezzaro. Il trofeo Nipoti è andato così in scena con un'inedita versione invernale, a gennaio dell'anno successivo, con la prima vittoria della Virtus. Nell'ultima edizione dello scorso anno, infine, nuova affermazione dei padroni di casa, che nel frattempo hanno anche ottenuto la promozione in Prima categoria.

Riccardo Carena © Riproduzione riservata