Domenica 08 Dicembre 2019

Rubano una bici e poi cercano di venderla al proprietario

Dopo aver creduto di piazzare la bicicletta rubata su internet credevano di trovare un pollo da spennare, uno che pensava di acquistare un mezzo da un venditore onesto che voleva disfarsene. Non certo merce rubata. Anzi, non certo rubata a lui alcune settimane prima. Ma la brutta sorpresa l’hanno avuta i due malviventi, neanche diciottenni, che all’appuntamento per lo scambio hanno trovato i carabinieri e sono stati denunciati a piede libero. 

Non potevano immaginare, infatti, che proprio la vittima del furto si è imbattuta su un noto portale internet… nella sua bicicletta, che gli era stata sottratta a Mortara il 5 ottobre. L’uomo, 33 anni, nato a Novara ma residente nella Città dell’oca, dopo la sparizione del suo veicolo a pedali aveva sporto immediatamente denuncia ai militari della stazione locale. Quasi un mese dopo girovagando sul web ha notato qualcosa che gli era familiare. Non era una bicicletta simile alla sua. 

Era proprio la sua. Così ha contattato subito gli inserzionisti per fissare un appuntamento. Subito dopo ha informato della cosa anche i carabinieri della stazione di Vigevano, che gli hanno consigliato di organizzare lo scambio nel parcheggio di un supermercato della città. Uno dei due ladri è arrivato proprio in sella alla bici rubata. I militari sono intervenuti proprio nel momento dello scambio. Poco dopo hanno individuato anche il suo complice. I due hanno 15 e 16 anni, il primo ha già precedenti di polizia nonostante l’età verdissima. Vivono entrambi a Vigevano. Sono stati denunciati in stato di libertà per il reato di furto aggravato in concorso. Le indagini dei carabinieri della compagnia vigevanese, guidati dal tenente colonnello Emanuele Barbieri, stanno accertando l’eventuale responsabilità dei baby-delinquenti in altri episodi di furti analoghi.

Davide Maniaci © Riproduzione riservata