Venerdì 05 Giugno 2020

Robbio, incidente alla nuova rotonda. Cerutti: “Io l’avevo detto...”

L'incidente di sabato nella nuova rotonda di via Lazzaretto e via Rosasco dimostra che la rotonda realizzata pochi mesi fa dal sindaco uscente, per mettere in sicurezza proprio quell'incrocio, non serve a nulla. Anzi forse l'incrocio oggi è ancora più pericoloso di ieri: è la pesante accusa di Gianni Cerutti, blogger della “Puntura Robbiese” e candidato sindaco per le prossime comunali.

“Quando mesi fa scrivevo che quella rotonda non serviva a nulla – commenta Cerutti – dicevo che  i lavori non mettevano in sicurezza l’incrocio, che erano altri 60 mila di nostri euro buttati via.  Ma la maggioranza e i suoi ultimi sostenitori, invece di riflettere su un suggerimento, dicevano che io criticavo solamente senza sapere nulla. Benissimo, ed ora? Gli basta la lezione oppure deve scappare il morto?”. E la proposta di Cerutti riguarda il criterio democratico delle decisioni da prendere negli interesse dei cittadini. “Quell’incrocio sarà uno delle prime cose da affrontare perchè la sicurezza viene prima di tutto – commenta ancora Cerutti - Come? Facendo una bella riunione pubblica nel campetto di via Lazzaretto, con tutti gli abitanti della via e con tutti i robbiesi, per ascoltare le loro esigenze. Per poi prendere una decisione definitiva sulla messa in sicurezza. A me prima di fare piace ascoltare; se invece racconti cose non vere, senza ascoltare, poi finisce come è finita sabato scorso. E con questa “non sicurezza” dell’incrocio di via Lazzaretto e via Rosasco, emerge chiaramente, a mio avviso, l’incapacità politico - amministrativa dell’assessore ai lavori pubblici Gregorio Rossini”.

Il Nuovo Lomellino © Riproduzione riservata