Lunedì 22 Aprile 2019

Rivoluzione Palio. Il Magistrato pianifica il futuro: a maggio i primi giochi tra le contrade

Grandi novità all’orizzonte per il Palio 2019. Il prossimo anno, il tradizionale appuntamento di settembre raddoppia e sposta al mese di maggio i giochi del Pre Palio. È questo il grande progetto di cui hanno discusso tutte le sette contrade lunedì scorso, 12 novembre, in occasione dell’assemblea del Magistrato delle Contrade. Un’idea sicuramente ambiziosa, ma per cui si sta già lavorando sodo. “Abbiamo pensato a questa innovazione perché quello del pre palio, in tutte le forme che sono state proposte negli anni, è sempre stato un appuntamento poco partecipato – spiega Alessandra Bonato, presidente del Magistrato - sia dal pubblico sia dai contradaioli stessi, perché veniva disputato la settimana prima del Palio e di conseguenza risentiva della tensione che precedeva la vera gara. Spostando la competizione a maggio, invece, non solo ne gioverebbero le contrade stesse, ma potremmo offrire alla città un nuovo appuntamento di rievocazione storica, magari per dare una nuova luce alla festa del santo patrono mortarese”. Le idee del magistrato per il nuovo evento sono tantissime e vanno dall’allestimento di un mini corteo che sfilerà tra le vie della città ad alcuni nuovi giochi, naturalmente storici, per determinare l’attribuzione del punteggio e la casella di partenza sulla pedana di gioco durante il Palio. Anche la “forma” da attribuire alla giornata è ancora incerta. Potrebbe trattarsi di una ricostruzione del momento storico, con l’allestimento di un accampamento medievale presso il parco Martinoli o lungo viale Dante Alighieri, oppure una ricostruzione del momento più “moderna”, con un corteo itinerante tra le piazze della città. “Stiamo lavorando per apportare diverse novità – conclude Alessandra Bonato – tutte e sette le contrade stanno lavorando per portare una ventata di aria fresca, uno svecchiamento a questa bellissima sagra storica, che verrà presentato con delle attività definitive a gennaio”. Per la fine di maggio, invece, è stato riconfermato ancora come lo scorso anno il Mini palio, il gioco rivolto ai più piccini, aperto ai piccoli contradaioli e non, per farli avvicinare al mondo della sagra, giocando e divertendosi. I giochi per i più piccoli si svolgeranno sempre all’oratorio Cappa Ricci e saranno gestiti dai ragazzi di ogni contrada, come lo scorso anno. È stata anche riconfermata la Cena di Gala del magistrato, che si svolgerà due settimane prima del Palio e che tutti gli anni  riscuote un notevole successo. “Ci sono moltissimi eventi in cantiere – conclude Alessandra Bonato – quest’anno siamo partiti tutti con la sesta ingranata e speriamo di riuscire a raggiungere i nostri obiettivi”.

Beatrice Mirimin © Riproduzione riservata