Giovedì 06 Maggio 2021

Riparte per il 2019 il gruppo “MiMoAl” e rilancia l’idea dei due binari per Albairate

A differenza dei treni, l’associazione di pendolari… viaggia bene!

Domenica 20 gennaio, alle 10 del mattino, presso la biblioteca civica Mastronardi a Vigevano, l’associazione MI.MO.AL ha organizzato la riunione consultiva, in cui sono stati affrontati i problemi più rilevanti per la linea ferroviaria Mortara – Milano – Alessandria e sono state proposte delle soluzioni a riguardo, visto il continuo e progressivo peggioramento dei servizi offerti.

“Siamo contenti di come sia andata la riunione – parla Vanessa Giancane, presidente dell’associazione pendolari MI.MO.AL - È stata molto propositiva. Come inizio, abbiamo presentato le attività che l’associazione ha svolto a partire dalla sua nascita sino ai giorni nostri, è stato approvato il bilancio consuntivo, ovvero le entrate e le uscite economiche dell’associazione,  abbiamo ascoltato le opinioni dei pendolari e accolto nuovi suggerimenti”.

Inoltre, per quanto riguarda il numero di associati, ci sono circa una decina di nuovi iscritti per quest’anno.

“Il bilancio generale dell’associazione del 2018 lo riteniamo molto positivo – continua Vanessa Giancane - abbiamo fatto cose e raggiunto obiettivi che non ci saremmo mai immaginati, abbiamo un’attenzione mediatica molto forte, comunque considerando l’inesperienza di tutto il consiglio direttivo siamo andati molto molto bene, siamo soddisfatti”.

Dopo quindi un veloce report sulle tante attività svolte nel 2018, sono state proposte delle soluzioni per dare ai 20.000 pendolari della linea Mortara Vigevano Abbiategrasso Milano una mobilità decente per un paese moderno, in una regione molto attiva a livello europeo.

Erano presenti alla riunione numerosi tesserati, l’assessore Luigi Pigola che sostituiva il sindaco di Vigevano impegnato a Matera ed il consigliere Regionale della Lega Roberto Mura.

“Una delle nostre proposte è l’idea del raddoppio selettivo Albairate Mortara – continua Vanessa Giancane - che è stata presentata informalmente a RFI e Regione dove ha ricevuto apprezzamenti. Il progetto è economicamente sostenibile e realizzabile in tempi ragionevoli. Erano presenti rappresentanti di comitati pendolari di altre tratte e questo ci ha dato la possibilità di dialogare e creare sinergie. Siamo soddisfatti e fiduciosi di continuare il nostro lavoro di ricerca per risolvere le criticità percontinuare nell’impegno di ricercare sempre il dialogo e la collaborazione con l’assessore regionale ai trasporti”. Il tesseramento all’associazione pendolari MI.MO.AL costa 5 euro ed è aperto, nei prossimi giorni verranno fornite informazioni per contattare i responsabili.

“Rivolgo l’invito a tutti di entrare a far parte della nostra associazione – conclude Vanessa Giancane - perché solo se siamo in tanti riusciremo ad avere più peso nelle trattative e ad ottenere ciò di cui necessitiamo, ovvero più efficienza nei trasporti pubblici”.

Martina Girgis © Riproduzione riservata