Mercoledì 03 Giugno 2020

Riaprirà ai mezzi pesanti il collegamento in direzione Robbio... ma a senso unico (per Robbio)

Dopo un mese di attesa e tante rassicurazioni, la provinciale 6 a maggio riaprirà ai camion da Albonese verso Robbio. Ma lo farà a senso unico in quella direzione creando una sorta di “anello” che, partendo e arrivando da Mortara, passerà al ritorno anche dal ponte di Ceretto sulla provinciale 26, in direzione obbligata stavolta verso Mortara.
Un palliativo che dà respiro alle tante aziende sfiancate da deviazioni lunghissime, anche di 60 chilometri, per aggirare l’Agogna. A giorni verrà convocata una riunione tecnica per definire la situazione. Tra i ponti ammalorati, oltre a quello di Ceretto (ora chiuso ai camion) c’è anche quello tra Nicorvo e Robbio. Era interdetto ai mezzi pesanti, poi la chiusura ai veicoli dal peso superiore alle 3 tonnellate e mezzo ha, di fatto, tagliato la testa al toro. Intanto i tecnici della Provincia lavorano febbrilmente per il controllo dei vari ponti. Anche quello di Castello d’Agogna sulla 494 è oggetto di attenzioni. Lì non possono passare i camion che pesano più di 22 tonnellate. Di fatto tutti i tir a pieno carico. “Ero stato io – è il commento del sindaco di Albonese, Andrea Bazzano – a volere la chiusura della strada 6, che taglia il mio paese in direzione est-ovest, ai camion quando ero vicesindaco. È oggettivamente stretta. Ma se riaprirla ai mezzi pesanti, ancorché a senso unico, è un modo per salvare la viabilità e l’economia di molte aziende, la si riapra. Ma auspico che sia una soluzione provvisoria in attesa delle sistemazioni ai ponti. La Provincia mi aiuterà con la segnaletica”.

Davide Maniaci © Riproduzione riservata