Venerdì 18 Ottobre 2019

Raccolta differenziata? Spialtini: meno servizi, più costi

E’ partita finalmente la raccolta differenziata a Garlasco, ma con la raccolta differenziata arrivano anche le polemiche: la prima di queste riguarda il costo di tale raccolta che, secondo le opposizioni, sarebbe eccessivo a dir poco.

A partire lancia in resta è il capogruppo di minoranza Enzo Spialtini facendo notare che “siamo appena partiti e il servizio ci costa più dei 15mila euro che erano stati inizialmente stabiliti, mentre sono stati eliminati servizi come la raccolta dei resti degli animali, delle loro deiezioni, delle siringhe e dell’olio vegetale esausto, oltre all’eliminazione del passaggio di due volte a settimana per le utenze domestiche e il ritiro di plastica e imballaggi”.

Insomma un costo superiore ai servizi che vengono effettivamente dati. Non sono tanto i primi giorni di caos che preoccupano, quanto questi rincari. Il Comune di Garlasco detiene solo il due per cento delle quote di Asm e questo, a detta dell’opposizione, porta al risultato che Asm le faccia da padrone. Tali aumenti sono stati approvati in giunta lo scorso 27 giugno con alcune modifiche allo schema di contratto di servizio. Insomma Asm ha avuto la meglio, e questo non sembra affatto piacere ai cittadini.

La telenovela della differenziata a Garlasco pare non aver mai fine.


Andrea Sartori © Riproduzione riservata