Sabato 07 Dicembre 2019

Queste quattro signore pedaleranno per tredici giorni lungo l’Adriatico, fino alla Puglia

La bicicletta è donna? Forse no, ma certamente non è solo “uomo”. Per dimostrarlo un poker di signore sartiranesi passerà tredici giorni in bicicletta costeggiando l’Adriatico per arrivare a Corato, in Puglia, proprio in concomitanza con la festa di San Cataldo. Ma soprattutto un’avventura al femminile che vuole “tastare” la Ciclovia Adriatica, un percorso ciclabile non ancora ultimato. 

Le quattro viaggiatrici sono di Sartirana. Si chiamano Luisa Dallera, Cristina Carbone, Giuliana Burrini e Tiziana Micone. 

Partiranno il 10 agosto, l’arrivo previsto è il 23. Il loro amore per l’avventura ha portato anche alla nascita di un gruppo, Lomellanda. 

“Porteremo laddove sarà possibile la filosofia del nostro viaggio, un turismo lento e pacifico, curioso di nuovi luoghi e di nuove persone. Quest’anno vorremmo coinvolgere le persone che incontriamo in un esperimento. Ad ognuno vorremmo chiedere cosa è il viaggio e qual è il mezzo utilizzato per raggiungere la meta e raccogliere queste testimonianze in un lavoro da presentare al nostro ritorno”.

La prima tappa le porterà fino a Voghera e poi in treno a Faenza, in Romagna.  La pedalata vera e propria partirà da lì, con tappe di 70 chilometri al giorno che diventeranno 55 di media man mano che ci si spingerà a sud. Ogni sera sulla pagina facebook “Lomellanda 02” verrà pubblicato un resoconto col percorso dettagliato.  “Nel 2015 – aggiungono – abbiamo realizzato il nostro primo viaggio. La meta è stata Blainville sur Orne, in Normandia. Tiziana e Luisa in bicicletta, Cristina e Giuliana alla guida di un camper per il supporto logistico.  “Viaggio verso Blainville” fu un progetto per raggiungere la cittadina in Normandia con cui Sartirana è gemellata. Allora Cristina e Giuliana furono il “supporto logistico”, cioè gestirono i tragitti in camper, sempre all’erta in caso di necessità. Infatti le due cicliste, Tiziana e Luisa, percorsero oltre 700 chilometri sui pedali. Fu un viaggio per noi epico, visto che non eravamo mai uscite dalle strade della Lomellina e del Monferrato! Pensavamo che fosse il viaggio della nostra vita, unico (ed in un certo senso lo è stato), ma è stato invece un punto di partenza. Come sempre facciamo, in modo inizialmente scherzoso, abbiamo messo in pista il progetto ‘Lomellanda’, dalla Lomellina all’Olanda”.  

Due anni dopo, infatti, ecco l’arrivo ad Amsterdam passando per la Svizzera, la Germania, il Lussemburgo e il Belgio. Il 23 agosto le aspetta Corato, oltre ai tanti amici che si trovano già lì per la festa patronale. 

Le quattro donne sono iscritte alla Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, e sanno che alla fine di maggio è stato firmato il protocollo d’intesa per la progettazione e realizzazione della Ciclovia Adriatica, ramo della rete Bicitalia. 

Lo testeranno per capire quando sia a misura di cicloturista. E intanto progetteranno già il viaggio del 2020…


Davide Maniaci © Riproduzione riservata