Domenica 20 Settembre 2020

Piscine, è la volta buona? Domani l'apertura delle buste per l'assegnazione dei lavori

Piscine, un tuffo nelle  promesse. Mancate. Infatti la settimana scorsa è stata rinviata l’apertura delle buste per l’assegnazione dei lavori da svolgere sull’impianto natatorio. La procedura di selezione dell’offerta migliore si svolgerà domani, giovedì, presso la sede di AsMortara.

L’intoppo è stato minimo, con un rinvio di soli sette giorni. Però sono le rassicurazioni che da mesi arrivano dall’amministrazione che si sono dimostrare troppo ottimistiche. Dalla promessa di una riapertura a dicembre, l’amministrazione ha dovuto correggere le previsioni prima per il mese di gennaio e, ora per marzo/aprile. La vasca coperta era stata chiusa nel luglio 2018 per motivi di sicurezza.  “Quando c’è di mezzo la sicurezza – spiega il sindaco – la prudenza non è mai troppa e a luglio ho preferito disporre la chiusura dell’impianto. In questi mesi abbiamo vagliato diversi alternative. Il tempo trascorso è stato necessario per trovare l’intervento più sicuro, rapido e d economico”. L’unica certezza è il ruolo di AsMare. L’azienda di via Vecellio ha progettato l’intervento di riqualificazione della struttura e ne anticiperà i costi. Il piano prevede la realizzazione di 13 plinti in calcestruzzo posizionati sul lato sud. Su di essi poggerà l’attuale copertura che scaricherà tutto il suo peso sulle nuove colonne. Contemporaneamente saranno realizzati anche dei rinforzi sia sul lata est che sul lato ovest. Il costo si aggira sui 100mila euro. La somma sarà anticipata da AsMare, mentre il Comune  restituirà la somma in 20 anni attraverso rate da 7mila l’anno. “Questa ristrutturazione è solo il  primo passo – spiega Simone Ciaramella – che prelude anche a successive migliorie. Ad esempio i plinti sono già dimensionati per sorreggere un nuovo tetto con tanto di pannelli solari”. 

Luca Degrandi © Riproduzione riservata