Mercoledì 22 Gennaio 2020

Parchimetri rinnovati, che confusione! La sosta gratis è un rebus: Granelli schiera gli ausiliari per le spiegazioni

Parcheggiare l’auto negli stalli a pagamento è diventato un rebus. Tanto che la frase  ricorrente, pronunciata da molti automobilisti alle prese con i nuovi parcometri, è stata: “Ma come si fa? Cambio posteggio!”. Infatti da pochi giorni, per ottenere il biglietto della sosta sugli stalli blu, è necessario digitare sulla tastiera alfanumerica il numero della propria targa. Semplice, ma non immediato. Ancora più complesso il procedimento per ottenere lo scontrino che dà diritto a 15 minuti gratuiti.

Così le novità introdotte lunedì scorso, 2 dicembre, si sono trasformate in una complicazione che ha fatto infuriare diversi utenti. Anche perché nessun rappresentante dell’ente pubblico si è preso la briga di avvertire la cittadinanza in anticipo. Tanto meno di dare istruzioni per l’uso. E in una città tendenzialmente popolata da anziani parlar chiaro è quantomeno necessario. C’è però la massima disponibilità degli ausiliari del traffico ad aiutare gli automobilisti alle prese con i nuovi totem. Ma non basta. Così arriva anche lo “spiegone” dell’assessore alla sicurezza. “Il raggruppamento d’impresa costituito da Input srl e Abaco Spa  - precisa Luigi Granelli - si occuperà del servizio per i prossimi 10 anni sui 385 stalli cittadini. Nel bando abbiamo introdotto numerose novità che migliorano le condizioni a favore del cittadino. Operando questo cambiamento è stato obbligatorio introdurre i nuovi totem con tastiera alfanumerica per l’inserimento della targa. Ricordarsela aiuta anche ad allenare la memoria. In nogni caso oramai tutti gli strumenti di sosta a pagamento prevedono l’inserimento della targa. Dopo averla digitata è necessario confermare premendo il tasto Ok”. E’ anche possibile avere 15 minuti di sosta gratuita al giorno. Per ottenere questo scontrino è necessario premere tre volte il tasto con la scritta “tt”. Una procedura non certo intuitiva. Però l’assessore alla sicurezza punta sui grandi vantaggi del nuovo sistema. “L’identificazione attraverso la targa – continua Luigi Granelli - porta numerosi vantaggi. Ad esempio non sarà più necessario esporre il biglietto, perché i controllori della sosta verificheranno la regolarità dal parcheggio proprio attraverso la targa. Ma c’è di più. Sarà possibile prolungare il tempo di sosta aggiungendo monetine in qualsiasi parcometro della città. La stessa cosa la si poteva già fare con l’applicazione disponibile per cellulare chiamata MyCicero”. Inoltre dal primo gennaio diminuirà il costo per 142 posti auto sui 385 presenti. Dagli attuali 0,8 euro all’ora si scenderà a 0,5 euro. Lo sconto riguarda gli stalli nei pressi della stazione e quelli posti al lato del teatro, dietro piazza Vittorio Emanuele II. E’ prevista anche l’abolizione del pagamento della sosta nel corso delle due settimane centrali d’agosto e nel periodo della Sagra del salame d’oca. Contemplate anche agevolazioni per le auto di proprietà degli over 75. In questo caso è necessario fare una registrazione presso la Polizia locale. 

Luca Degrandi © Riproduzione riservata