Mercoledì 19 Febbraio 2020

Il sito internet e la “guida” spiegano i nuovi parcometri

Parcheggiare negli stalli blu non ha mai avuto così tante agevolazioni (questo è certo) e non è mai stato così facile (solo dopo aver letto le tante istruzioni per l’uso). Come dire: semplice, ma non troppo. E’ il prezzo da pagare quando si cambia. Ma il cambiamento, assicurano dall’amministrazione, è notevolmente in meglio. Però c’è bisogno di pazienza perché la rivoluzione della sosta a pagamento sia capita da tutti i cittadini. Lo sa anche la maggioranza che, non a caso, ha avvertito la necessita di spigare, passo per passo, tutte le nuove possibilità offerte dai parcometri cittadini.

Sono 16, sono nuovi e innovativi. Tutti collegati in rete per un controllo in tempo reale. Si paga anche con l’applicazione del cellulare (MyCicero è una delle 4 disponibili), con le carte o con le monete. La “lezione di pagamento della sosta” è stata fatta lunedì scorso in municipio dal sindaco Marco Facchinotti, l’assessore Luigi Granelli, da Luca Gatto (responsabile di Abaco),  da Davide Curti (comandante della Polizia locale) e con la partecipazione di due ausiliari della sosta.  Ulteriori istruzioni si possono trovare sul sito sostareamortara.city. Ecco alcune novità. La più importante: per ottenere il ticket è sempre necessario inserire il numero di targa della propria auto. Introdotto un bonus: 15 minuti sono gratuiti. E sarà gratuita anche la sosta nelle due settimane centrali di agosto. La “vita” della sosta può essere prolungata da una qualsiasi delle 16 colonnine cittadine (indipendentemente da dove si trovi l’auto), ma lo si può fare anche attraverso la app sul cellulare. Non è più necessario esporre il biglietto sul cruscotto. Gli ausiliari del traffico verificheranno tutto leggendo la targa con un palmare. Per gli ultra 75enni e per i portatori di handicap ci sono ulteriori agevolazioni. Per i primi, 2 ore gratis (suddivise in due soste da un’ora) ottenibili ritirando una tessera magnetica presso il comando della Polizia Locale. 

I possessori di permesso invalidi, invece, che non avranno ritirato la card potranno usufruire della funzione di biglietto gratuito due volte al giorno esponendo il biglietto vicino al permesso.

Luca Degrandi © Riproduzione riservata