Lunedì 06 Aprile 2020

Paola Savini accusa: “Il Comune copia (male) le iniziative delle associazioni”

A Carnevale ogni scherzo vale. Una regola non scritta smentita dalla polemica accesa da Paola Savini che si scaglia contro le iniziative organizzate dal Comune, giudicate in aperta concorrenza con analoghe feste già allestite dalle associazioni cittadini. Non è vero che due è sempre meglio di uno, come sosteneva una vecchia pubblicità che promuoveva i gusti di un gelato. I doppioni non piacciono, soprattutto a chi ha pensato all’iniziativa originale. 

“Per domenica – accusa Paola Savini – un gruppo di volenterosi cittadini ha faticosamente organizzato una bellissima manifestazione dedicata ai bambini. Per tutta risposta l’ente pubblico, invece di sostenere le associazioni locali, ha messo in piedi una sorta di contro iniziativa per il martedì successivo. Mi pare un controsenso creare eventi doppioni nel palese tentativo di riprodurre una brutta copia di un’idea di successo avuta dai volontari”. E non sarebbe neanche la prima volta. L’esponente dell’opposizione ricorda anche l’episodio avvenuto durante le vacanze natalizie. 

Da una parte la Pro Loco e la sua idea dei invadere la città di volontari travestiti da Babbo Natale, dall’altra il Comune con la sua festa alternativa in piazza Mariti della Libertà. 

“Invece di sostenere, aiutare e incentivare le realtà – continua Paola Savini – l’amministrazione ha scelto di spendere altri soldi per copiare male le belle idee degli altri. Quando si guida un ente pubblico bisognerebbe mettere da parte la smania di comparire e cercare di coordinarsi con le realtà locali. Inoltre il Comune, collaborando direttamente con la Pro Loco e con le altre associazioni che si cimentano con successo in queste iniziative, avrebbe comunque fatto un’ottima figura. E la manifestazione sarebbe riuscita ancora meglio. Mi pare che questo atteggiamento mortifichi e demotivi l’azione dei volontari che ci mettono tanta passione”.  

Luca Degrandi © Riproduzione riservata