Sabato 14 Dicembre 2019

Operazione ad alto impatto dei carabinieri nella movida sul Ticino. Controllati i locali della zona e sequestrata notevole quantità di droga

Notevole sequestro di sostanze stupefacenti da parte dei carabinieri durante un servizio straordinario di controllo del territorio effettuato nella notte tra venerdì e sabato nella zona golenale del Ticino a Vigevano, in cui è stata anche verificata la regolarità dei locali notturni presenti.

Ma L’aspetto più preoccupante della situazione è stata l’assoluta indifferenza con la quale i giovani consumavano la droga nelle proprie macchine e nelle vicinanze, al di fuori dei locali, senza alcun timore di sanzioni. Al vaglio dei militari della Compagnia di Vigevano sono adesso le varie licenze e documentazioni per verificare la presenza di eventuali irregolarità dei locali ispezionati.

L'operazione si è svolta dalla mezzanotte all'alba della notte a cavallo del 10 agosto. I carabinieri delle Stazioni di Vigevano, Candia, Sartirana e Gropello, con i colleghi della Sezione Radiomobile e della Sezione Operativa della Compagnia di Vigevano, hanno effettuato un servizio coordinato ad alto impatto di controllo straordinario del territorio. Il servizio è stato disposto con l’obiettivo fondamentale di vigilare sulla serata della movida nei locali collocati sulla sponda del Ticino e nelle zone limitrofe, controllando inoltre il rispetto delle norme sulla sicurezza contenute nel Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza dei locali aperti al pubblico.

Nel corso dell’operazione sono stati controllati più locali e circa una trentina di persone. I militari, durante il servizio, hanno recuperato sostanza già suddivisa per un peso totale poco maggiore di mezzo chilo di stupefacente tipo eroina, che uno spacciatore ha abbandonato in macchina dopo essere fuggito nelle sterpaglie presenti sulla riva, dopo essere incappato in un posto di controllo predisposto dai militari nei pressi del ponte sul Ticino.

Inoltre i carabinieri hanno deferito in stato di libertà un diciottenne che, in luogo pubblico, è stato trovato in possesso di una grossa tenaglia, senza fornire giustificazione. Ma non solo. Gli uomini dell'Arma hanno contestato l’illecito amministrativo quali assuntori di stupefacenti ad uso personale, nei confronti di un ventottenne trovato in possesso di quasi un grammo di cocaina, di una ventenne, con addosso un grammo di marijuana, di un ventunenne con più di un grammo di hashish, di due ventitreenni trovati in possesso, uno di quasi tre grammi di hashish ed il secondo con un grammo di marijuana e infine di un trentasettenne con quasi un grammo di hashish.

Il Nuovo Lomellino © Riproduzione riservata