Giovedì 13 Agosto 2020

Nuova caserma: deciderà il nuovo Pgt

La caserma dei carabinieri verrà rifatta, ma ancora non si sa dove né chi la pagherà. Sarà proprio la variante del Pgt, il Piano di governo del territorio, a cercare un ambito urbanistico adatto a collocare la nuova struttura. L’amministrazione accetta anche proposte e consigli, che potranno essere inviati entro il 3 gennaio prossimo.

 “Questo studio di fattibilità per la nuova caserma è nato da un ragionamento che dura da più di un anno – spiega l’assessore Davide Brunelli, che se ne sta occupando – ed è in sinergia col corpo dei carabinieri e con la compagnia di Vigevano. La caserma (nella foto) è fatiscente, senza mezzi termini. I lavori da fare all’attuale struttura di via Mazzini sarebbero tanti e forse costosi quanto rifarla nuova. Noi mettiamo a disposizione lo studio di fattibilità, sperando poi che enti più grandi di noi come la Regione (che sovvenziona la costruzione di nuove caserme) si facciano avanti portando dei contributi. Come Comune noi non possiamo sobbarcarci la costruzione. Iniziamo ad occuparci delle fasi preliminari”.

 La variante del piano regolatore andrà ad analizzare nei prossimi mesi il territorio, trovando una o più posizioni ideali per ospitare una nuova caserma in aree di proprietà comunale. Poi verrà presa la decisione. “Si creerà un tavolo – prosegue Brunelli – seduti al quale si parlerà e si cercherà di trovare una soluzione, facendo il punto su chi potrà e dovrà finanziare i lavori effettivi. La caserma attuale non è aggiornata ai nuovi standard, alle caratteristiche che ormai chiede la legge. E’ normale che dopo un bel po’ di decenni ci sia bisogno di ammodernarsi. Dobbiamo poi decidere cosa fare dell’edificio sfitto, quando e se la caserma sarà spostata. Non escludiamo una sua riqualificazione, a lungo termine”. Il procedimento di variante al Pgt parla anche del subentro di un nuovo allevamento di bestiame nelle infrastrutture agricole tra Candia e Cozzo, già adibite a questo uso in passato. Infine, con una voce apposita, “prenderà in esame le proposte dei cittadini”.


Davide Maniaci © Riproduzione riservata