Giovedì 01 Ottobre 2020

Notte a due ruote in piazza del teatro: moto club pronto a invadere la città

Ultimo imperdibile appuntamento prima delle vacanze estive per il Moto club “Francesco Strada” di Mortara. I centauri dell’associazione infatti stanno curando gli ultimi preparativi per il grande Motoraduno in notturna che si terrà questo venerdì, 19 luglio, in occasione dell’appuntamento mensile con i “Tri pas in piasa”, la notte bianca mortarese.

“Questa volta avremo come “base” piazza Vittorio Emanuele II, ovvero piazza del Teatro – spiega Giuseppe Agostino, presidente del Moto Club – la occuperemo interamente, insieme anche ad una porzione di corso Garibaldi. Per quest’occasione abbiamo infatti coinvolto diverse strutture e tanti gruppi del territorio, che si sono resi disponibili per collaborare e partecipare a questa bella serata”.

Tra le attività che saranno presenti, oltre ai banchi dei bellissimi articoli di pelle per la moto che seguono ogni raduno del Moto Club, ci sarà anche uno stand di Angelo Baratti, che porterà in esposizone i propri prodotti. Ancora, ci saranno diversi banchi dedicati al cibo: uno stand dedicato alla gastronomia a cura di Davide Gallina, mentre un secondo proporrà dell’ottima birra artigianale. Per chi invece vorrà gustare una buona pizza, il moto club ha già accordato un menù riservato ai motociclisti tra i tavoli della pizzeria Roma, una pizza a scelta e una birra, il tutto a 10 euro. “Il ritrovo è fissato per tutti i bikers alle 20 in piazza del teatro – aggiunge il presidente del Moto Club – abbiamo già ricevuto diverse adesioni, da gruppi di Abbiategrasso e da un gruppo di Harley di Vercelli”.

E queste prime conferme sono solo una piccola dimostrazione dell’entusiasmo con cui è stato accolto l’evento. “Ho riflettuto molto prima di organizzare questo raduno – conclude Giuseppe Agostino – perché  sabato mattina,  ben 35 dei nostri bikers (io compreso) partiremo per la Francia, dove rimarremo qualche giorno insieme con alcuni amici del moto club di Gravellona. Ho deciso però di accogliere le tante richieste che mi sono state fatte per ripetere l’esperienza dello scorso anno e di organizzare un nuovo raduno in notturna”.


Beatrice Mirimin © Riproduzione riservata