Venerdì 03 Luglio 2020

Notizia boom durante la messa: don Carlo Donisotti tornerà da missionario in Mozambico

Non si può guarire dal mal d’Africa, anche se si indossa la tonaca. Dopo cinque mesi dal suo ritorno in paese don Carlo Donisotti annuncia la sua partenza per il Mozambico come missionario. Lo ha fatto domenica mattina durante la messa. Partirà a inizio marzo.

“Il mio – chiarisce – non è un addio, i fedeli devono stare tranquilli. Mi trovo bene a Candia, Cozzo e Langosco. Infatti starò via soltanto una manciata di mesi. Ma dall’Africa mi hanno chiamato, c’è estremo bisogno, non me la sono sentita proprio di dire di no”. La diocesi ha già rassicurato don Carlo: la parrocchia non rimarrà scoperta, perlomeno per la celebrazione delle messe e per la presenza costante di un sacerdote. Probabilmente da Vercelli, diocesi retta da monsignor Marco Arnolfo, manderanno alcuni sostituti che si alterneranno. Si parla anche di don Enzo Cappellino, trasferitosi dallo scorso settembre al seminario vescovile di Vercelli dopo 21 anni di onorato servizio proprio a Candia e limitrofi. Ha 75 anni. Donisotti, che ne ha solo tre in meno, arrivava dopo una missione in Mozambico durata vent’anni, quella dove ora si reca ancora una volta a dare una mano. In cinque mesi ha conquistato i fedeli per il suo carattere schietto e la sua propensione a rimboccarsi le maniche. “Sono rimasto costernato quando, a messa, ho sentito le sue parole – dice il sindaco di Candia, Stefano Tonetti – ma per fortuna il suo è solo un “arrivederci”. Lo aspetto, abbiamo bisogno di lui. Don Carlo è un prete lavoratore che concerta fede e opere, un uomo dotato di grande carità”.


Davide Maniaci © Riproduzione riservata