Giovedì 21 Novembre 2019

Niente scopone, solo lettura! Carte vietate in biblioteca, l’ha deciso la giunta. Era ora!

Il silenzio degli innocenti. Gli studenti di Mortara hanno ritrovato una tana nella biblioteca civica e l’amministrazione comunale ha concesso loro una piccola grande soddisfazione. Alla biblioteca “Francesco Pezza” è tornato il silenzio. La notizia si è diffusa, i ragazzi, carichi di libri e quaderni, sono tornati ad affollare le sale al primo piano della biblioteca. Complice il silenzio. 

La giunta comunale ha emanato un avviso, appeso nelle sale della biblioteca comunale e rivolto a tutti coloro che giocavano a carte nelle sale in cui avrebbe dovuto regnare il silenzio. L’avviso spiega come, considerate le frequenti lamentele degli utenti della biblioteca civica, la giunta si è vista, citiamo testualmente, “obbligata a suggerire caldamente a coloro che utilizzano i locali per attività ludiche di ritrovarsi in luoghi più idonei a tale scopo”. L’amministrazione comunale ha anche messo a disposizione, per agevolare il piacevole intrattenimento, i locali presso il Centro Anziani di palazzo Cambieri. La biblioteca comunale non è mai stata così giovane ed è tornata ad essere un piccolo angolo di silenzio, un rifugio per grandi e piccini.

Michela Poni © Riproduzione riservata