Lunedì 08 Agosto 2022

Motocross, a Ottobiano la tappa del Mondiale

Sabato e domenica la pista South Milano di Ottobiano tornerà a vestire i panni di capitale motocross, con l’undicesima tappa del Campionato mondiale. Tra i protagonisti ancora l’intramontabile Tony Cairoli, anche se quest’anno il pluricampione iridato dovrà compiere un autentico miracolo sportivo se vorrà conquistare l’ennesimo titolo, rimontando il ritardo in classifica dal compagno di squadra della KTM, il sorprendente olandese Jeffrey Herlings. Anche nell’ultima prova del campionato, lo scorso weekend al GP di Francia, il pilota siciliano si è dovuto arrendere dopo un acceso duello con il collega, che ha collezionato il settimo successo di fila in questa stagione. Impressionanti i numeri dell’olandese, che ha centrato 17 vittorie su 20 manche disputate (in occasione di ogni prova, infatti, si disputano due gare distinte). Herlings può contare su un tesoretto di 62 punti di vantaggio rispetto a Cairoli, che nelle due manche francesi ha ottenuto un terzo e un secondo posto. Il GP Lombardia di domenica a Ottobiano, sulla pista di sabbia, è l’ultima occasione per riaprire la corsa al titolo. “Dopo l’infortunio al ginocchio di due settimane fa in Gran Bretagna - ammette Tony Cairoli - non mi sono potuto allenare sulla moto e un po’ ne ho risentito al ritorno in sella nell’ultima tappa in Francia, perché ai nostri livelli ogni dettaglio è importante, specie per battere uno come Herlings che in questo momento è fortissimo. I più duri sono stati gli ultimi dieci minuti della seconda manche, quando Jeffrey mi è arrivato in scia con un ritmo velocissimo, ormai avevo speso tutto nel recupero di quella prima e sono stato costretto a mollare dopo aver fatto alcuni errori”. A Ottobiano Cairoli avrà però una marcia in più per rimontare: quella di un tifo sfrenato tutto per lui. Oltre alle due manche di MXGP, si corrono anche le due gare di MX2.

Riccardo Carena © Riproduzione riservata