Domenica 22 Maggio 2022

Mortara vista dall’occhio del drone: in biblioteca la mostra di Riccardo Gallino

Mortara vista con un occhio del tutto nuovo. È l’occhio del drone guidato da Riccardo Gallino, che ha realizzato scatti fotografici di Mortara dall’alto, in mostra da domenica 5 maggio nella sala espositiva del Circolo culturale lomellino, in corso Garibaldi 50.

Il titolo della mostra, attiva fino a domenica 12 maggio, sarà “Immagini dall’alto di Mortara”. “Le fotografie – spiega Riccardo Gallino – sono state scattate con un drone, lanciato in aria a un’altezza non superiore ai 100 metri. Io sono un operatore SAPR, ovvero di Sistema Aeromobile a Pilotaggio Remoto, con certificazione rilasciata dall’Ente Nazionale Aviazione Civile. Questo significa che ho l’autorizzazione e la capacità di guidare un drone anche in contesto urbano, rendendolo inoffensivo. Le riprese sono durate circa due giorni e penso di aver realizzato alcuni scatti della nostra città sotto un profilo del tutto nuovo. Mi sono concentrato su alcuni dei luoghi principali della città, andando alla ricerca anche di scorci curiosi e originali”.

L’operatore SAPR non è un ruolo che si può improvvisare, è necessario l’ottenimento di un certificato affinché chi guidi il drone sia consapevole dei rischi della privacy e dell’offensibilità del proprio strumento. La mostra, che verrà inaugurata domenica 5 maggio alle 11, permetterà una visione del tutto nuova della nostra città. Anche se l’essenziale è invisibile agli occhi, agli occhi del drone e del suo operatore, Riccardo Gallino, non è sfuggito nulla.

Michela Poni © Riproduzione riservata