Giovedì 18 Luglio 2019

Mortara capitale del Subbuteo: torneo nazionale in biblioteca

E cinque! Il Subbuteo club mortarese è pronto a calare il pokerissimo con l’organizzazione del prestigioso torneo nazionale. Subbuteisti provenienti da tutta Italia e dalla vicina Svizzera sono pronti ad invadere Mortara in occasione del quinto torneo nazionale “Trofeo Commendator Evaristo Agonistoni – Le tre coppe europee tra squadrette e squadroni”.

La formula del torneo organizzato dal club di casa, presieduto da Mauro Starone, si articola ancora in due giornate: sabato 11 maggio si svolgerà il torneo a squadre, mentre la giornata seguente vedrà impegnati i singoli giocatori con la propria squadra. Per la giornata inaugurale saranno impegnate sul tappeto verde 12 squadre, da tre giocatori ciascuna, che saranno divise in due gironi da 6: le prime due classificate di ogni girone si sfideranno nelle semifinali, quindi il torneo proseguirà con la “finalina” e la finalissima per il primo e secondo posto. Ma la parola d’ordine del club mortarese è “divertimento”, quindi anche le squadre eliminate proseguiranno affrontando il pari classifica del girone opposto.

“Siamo davvero orgogliosi di poter organizzare nella nostra città un appuntamento di questo tipo e ci prepariamo al prossimo fine settimana con grande entusiasmo. – spiega il presidente Mauro Starone – Ma ricordo a tutti che siamo nati in una cantina, tra bottiglie e salami appesi quindi… cerchiamo di rimanere con i piedi ben piantati a terra!”.

E sarà molto difficile restare ancorati a terra quando i numeri delle iscrizioni fanno schizzare l’entusiasmo alle stelle: per la giornata di domenica, infatti, sono previste 64 squadre con subbuteisti provenienti da Calabria, Campania, Lazio, da molte regioni del centro e del nord Italia, oltre che da Chiasso.

“La nostra stagione si conclude con questo torneo – aggiunge Starone – e possiamo già essere molto soddisfatti per le adesioni che abbiamo registrato nell’ultimo anno. Ma non solo, abbiamo già nuovi subbuteisti pronti a cimentarsi nel nostro campionato cadetto a partire dal prossimo settembre: abbiamo addirittura padri che in passato erano giocatori e tornano a giocare grazie alla passione dei figli”.

I numeri del club mortarese sono davvero impressionanti: l’Osc Mortara viaggia con una sessantina di soci, davvero moltissimi se paragonati ai 40 affiliati al club storico di Milano! La giornata di domenica 12 maggio si aprirà al mattino con i classici gironi all’italiana. I primi due classificati di ogni girone entreranno nella Champions, mentre i terzi e quarti classificati disputeranno la mortaresissima Coppa degli Ucòn e gli altri subbuteisti eliminati nel girone si contenderanno la Coppa dei Super ucòn. Gran finale con ricchi premi per tutti: i primi due classificati di ogni torneo riceveranno una borsa gastronomica offerta dal club mortarese e il miglior classificato mortarese vincerà un abbonamento annuale all’edizione digitale de L’Informatore Lomellino.

Vittorio Testa © Riproduzione riservata