Giovedì 01 Dicembre 2022

Mede, educatrice ferita da immigrata: 30 punti di sutura e caso in consiglio

  • Mede
  • 01 Agosto 2018

Il problema “sicurezza” torna di attualità in consiglio comunale, grazie al “solito” Simone Annibale Ferraris, chiamato a presiedere la seduta di lunedì sera e che ha riportato un fatto gravissimo rimasto finora serrato tra le maglie della segretezza. 
Il 3 luglio una donna di origine africana, ospite nel centro di via Battisti insieme ad altri 13 immigrati, ha aggredito un’educatrice scagliandola contro una porta a vetri, la cui rottura ha causato un profondo taglio alla coscia curato con 30 punti di sutura. La prognosi per l’educatrice è stata di 21 giorni. Il motivo della discussione sembra essere stato banale: l’ospite del centro è stata ripresa perché lasciava le luci e gli elettrodomestici accesi e le finestre aperte. La Prefettura sarebbe poi stata informata dalla responsabile della struttura. Ferraris (Fratelli d’Italia) ha chiesto conto al sindaco di questo episodio, sottolineando una preoccupazione per la presenza di questi migranti, che sono perlopiù nuclei familiari. 
“L’allarme sociale – ha aggiunto Ferraris – persiste, gli episodi spiacevoli anche. Parliamo di gente che viaggia in treno senza biglietto, per non parlare della microcriminalità”. Intanto il sindaco ha annunciato che questa donna verrà allontanata in un’altra struttura. 

Davide Maniaci © Riproduzione riservata