Mercoledì 28 Settembre 2022

Mede: altre cannonate sulla biblioteca, il caso andrà ancora in consiglio

  • Mede
  • 31 Ottobre 2018

La biblioteca è ancora oggetto di discussione. Le polemiche dell’ultimo consiglio comunale, che contestavano l’operato dell’Associazione amici della biblioteca, “rea” di non aver ampliato gli orari di apertura degli spazi, terranno banco anche nella prossima assemblea consiliare per via della mozione della minoranza. Intanto il rinnovo della convenzione tra gli Amici e il Comune, previsto per fine novembre, non è affatto scontato. 
“L’associazione – si legge nel documento presentato dalla capogruppo Antonella Bertarello – vanta 130 associati, eppure l’assessore alla cultura Patrizia Cei ha minacciato di non rinnovare la convenzione, in scadenza il 20 novembre, e ha reso difficoltoso l’iter per la sottoscrizione della prima convenzione. Inoltre ha negato gli spazi della biblioteca per la realizzazione di eventi né ha permesso la realizzazione di corsi”.  Un attacco frontale che si conclude con la richiesta di una collaborazione maggiore, ma soprattutto di stipulare una nuova convenzione che preveda un aiuto reciproco, giudicato assente in questo primo anno e poco più tra il sodalizio di volontari, presieduto da Lucrezia Prestini, e l’amministrazione comunale. Intanto interviene proprio l’assessore Cei.  “Premettendo – risponde – che io non voglio fare polemiche e che risponderò in modo esaustivo nel prossimo consiglio comunale, vorrei ricordare che questa associazione fu promossa e voluta proprio dal Comune, che pagò anche le spese per la sua costituzione. Poi il suo operato non ha soddisfatto le aspettative ed è per questo che stiamo valutando a chi affidare il supporto di gestione della biblioteca nella prossima convenzione, Mede ha tante associazioni”.

Davide Maniaci © Riproduzione riservata