Giovedì 21 Novembre 2019

Lomello, 67enne si ustiona le braccia impiegando alcol per accendere la stufa

Si potrebbe chiamare un incidente di stagione, con un liquido facilmente infiammabile (anzi, troppo facilmente infiammabile) impiegato con troppa disinvoltura per accendere un bracere con cui scaldarsi. 
E’ capitato a Lomello, dove la tragedia è stata solo sfiorata, per fortuna. La donna, una vedova di 67 anni che vive sola, ha impiegato alcol per attizzare una stufa, ma è stata investita dal ritorno di fiamma, che le ha causato pesanti ustioni alle braccia. Le sue urla di dolore hanno attirato i vicini di casa, che hanno chiamato i soccorsi. 
Sul posto, in via XX Settembre, oltre ai vigili del fuoco di Mede e al 118, sono intervenuti anche i carabinieri. I pompieri sono entrati nell’appartamento, dove fortunatamente le fiamme non si erano propagate alle suppelletili, mentre il personale sanitario ha stabilizzato la donna. Poi il trasporto d’urgenza all’ospedale di Vigevano. 
La donna presentava gravi ustioni alle braccia, che sono state giudicate guaribili in alcune settimane. La ricostruzione dei carabinieri conferma che la signora ha buttato dell’alcol sulla stufa in accensione, e che la fiammata improvvisa l’abbia investita. L’abitazione non ha subìto danni.

Davide Maniaci © Riproduzione riservata