Domenica 08 Dicembre 2019

Liquami versati in strada: torna la protesta dei residenti

Il tubo del camion cisterna ha ceduto e, per qualche ora, un’intera strada è stata invasa dai liquami. Ma anche dopo la pulizia, ad opera degli addetti del Comune aiutati dai cittadini, l’odore sgradevole e acre è rimasto per qualche giorno. Una situazione, quella di via Borgo San Siro (parte della strada provinciale che collega i due paesi) che ormai i residenti non sono più disposti a tollerare. Il “fattaccio” è avvenuto giovedì intorno alle 11 e 15, dovuto a un guasto di uno dei tanti mezzi pesanti che attraversano in continuazione la via, lunga ma stretta. Lo scoppio di un tubo ha riversato liquami, che sarebbero stati usati molto probabilmente come concime, su un lungo tratto di asfalto. Due ore dopo la carreggiata era già stata pulita. 
Ma, come hanno segnalato i residenti, era rimasto un fortissimo odore e l’asfalto, seccato dal caldo, aveva mantenuto il colore marroncino. “Ma da domani questi trattori continueranno a passare nell’indifferenza di tutti”. 
Gli abitanti della via avevano già lanciato una protesta all’amministrazione nell’autunno del 2016, stufi di un transito continuo e incessante in una strada dalle dimensioni anguste, con i conseguenti rumori e qualche “toccatina” dei camion più grossi a marciapiedi o cancelli. E il sindaco gli dà ragione.
“Non c’è dubbio – chiosa Maurizio Poma, il primo cittadino – che uno dei miei doveri sia quello di impedire un transito eccessivo che disturbi e crei anche incidenti sgradevoli come questo. La strada è provinciale, io prendo atto del problema e vedo cosa potrò fare”. 

Davide Maniaci © Riproduzione riservata