Venerdì 05 Giugno 2020

Lieto fine per il daino che aveva creato scompiglio in centro a Vigevano

L'animale sta bene. Ed è di certo questa la cosa più importante. Il quadrupede si trova ora alla cascina Guardia, che ospita numerosi esemplari tipici della fauna locale e non solo. Il daino era stato avvistato per la prima volta mercoledì sera in pieno centro a Vigevano, lungo corso Milano, prima di tornare nel suo habitat naturale grazie all'intervento dei carabinieri che, non senza difficoltà, erano riusciti a condurlo tra i boschi limitrofi a via Buccella.

Sabato sera, poi, il cervide si è rifatto vivo, ricomparendo a Cassolnovo. Poco prima dell'una di notte, infatti, il daino è stato avvistato da alcuni residenti che hanno immediatamente chiamato i carabinieri. Sul posto è arrivata una pattuglia dalla stazione di Gravellona. E anche in questo secondo caso non è stato per nulla facile per i militari aver ragione sull'animale, che evidentemente è ormai abituato ad avere a che fare con gli umani e non li teme affatto.

Così come era accaduto pochi giorni prima in centro a Vigevano, sono stati necessari numerosi tentativi e oltre tre ore per fermare il daino. Oltre all'intervento dei carabinieri è stato determinante anche il supporto di un cacciatore della zona, che senza procurare alcun trauma all'animale né danni fisici, è riuscito a bloccare il cervide che da Cassolnovo si era spostato a Molino del Conte e affidarlo alle cure del personale della cascina Guardia. Per l'intrepido daino, se nessuno ne reclamerà la proprietà, ora si prospetta una serena convivenza con gli altri esemplari di cervidi ospitati nella cascina, aperta al pubblico per chi desidera visitarla.


Riccardo Carena © Riproduzione riservata