Venerdì 06 Dicembre 2019

Le pratiche edilizie vanno in digitale la svolta super tecnologica voluta dall’assessore Luigi Tarantola

Svolta tecnologica per il Comune di Mortara che si affida al digitale per la gestione delle pratiche edilizie. Così la burocrazia diventa a portata di “clic”, mentre le code vengono mandate in soffitta. Infatti l’amministrazione ha scelto il nuovo servizio digitale, utile a chi lavora nel settore dell’edilizia e a tutti i cittadini, con l’istituzione dello Sportello unico digitale per l’edilizia che consentirà di gestire pratiche e interventi in modo completamente digitale. 

Il risultato sarà una maggiore velocità e comodità da parte di professionisti del settore e dei cittadini. Un balzo nel futuro delle pratiche pubbliche che sarà presentato martedì 26 novembre alle 14 e 30 ai tecnici e agli operatori del settore. 

“La svolta al digitale – spiega l’assessore Luigi Tarantola (nella foto) -  si rende necessaria in ragione delle normative col tempo emanate in materia, secondo le quali la pubblica amministrazione è tenuta ad aggiornare le proprie attività e gli strumenti operativi cercando di limitare la produzione di documentazione cartacea e facendo evolvere i processi verso la completa digitalizzazione dei procedimenti in accordo alle norme del 2005”. Le normative prevedono infatti l’obbligo da parte dello Sportello unico per l’edilizia di accettare con modalità telematica le domande, le dichiarazioni, le segnalazioni, le comunicazioni ed i relativi elaborati tecnici o allegati, nonché di provvedere all’inoltro telematico della documentazione alle altre amministrazioni che intervengono nel procedimento. 

“Il portale on line – continua Luigi Tarantola - è progettato grazie alle più innovative tecnologie web e permetterà al professionista di inoltrare al Comune la documentazione edilizia in via digitale che sarà importata e istruita dall’ufficio tecnico grazie ad un software di gestione, garantendo un iter di compilazione e di istruttoria sicuro e completo. Il risultato sarà una semplificazione tecnica e organizzativa delle attuali modalità operative e, cosa non da poco, i tempi di istruttoria si ridurranno così come le incongruenze in fase di presentazione, che scompariranno. Grazie al nuovo portale il Comune si attiene quindi al rispetto delle normative relative all’amministrazione digitale, alla semplificazione e alla trasparenza amministrativa, così come indicato dalle ultime disposizioni tese ad accelerare sui servizi online e sul processo di digitalizzazione delle amministrazioni pubbliche”. 

Secondo le nuove norme, i Comuni sono tenuti a elaborare un piano per la compilazione online di tutte le istanze da parte di cittadini, aziende e associazioni. In materia di trasparenza e semplificazione, le linee guida devono permettere il completamento della procedura, il tracciamento dell’istanza con individuazione del responsabile del procedimento e, ove applicabile, l’indicazione dei termini entro i quali il richiedente ha diritto a ottenere una risposta.

Luca Degrandi © Riproduzione riservata