Sabato 14 Dicembre 2019

La “redazione” dell’Omodeo ce l’ha fatta: debutta “Ardea”, che significa... passione e impegno

È finalmente diventato realtà il primo numero di Ardea, il nuovo giornale scolastico interamente redatto e curato dai ragazzi dell’Istituto “Angelo Omodeo”. 

La giovanissima redazione ha lavorato davvero sodo in queste settimane per dare alle stampe una prima uscita ricca di notizie e novità, che a partire da oggi, 23 gennaio, si potrà leggere ogni nelle pagine centrali dell’Informatore Lomellino o in formato digitale sul sito de “il Nuovo Lomellino”. “Ardea – spiega Jasmine Kokrhanek, vicedirettrice del mensile – deriva dal verbo “ardere”, perché, per citare Plutarco, “gli studenti non sono vasi da riempire ma fuochi da far ardere”. Inoltre, questa parola in latino significa “airone”, che è il simbolo delle nostre campagne e nasconde nella sua eleganza una ricca simbologia poiché per i medievali, per esempio, era simbolo di sapienza e contemplazione. Il nostro progetto per questo nostro periodico è renderlo veicolo per promuovere le iniziative organizzate dalla scuola, perché spesso gli studenti, soprattutto nelle prime classi, non sono a conoscenza di tutte le iniziative offerte dall’istituto. Ci piacerebbe poi che diventasse un mezzo per aprire ancora di più il dialogo, sia tra studenti che tra questi e i loro professori, arrivando a coinvolgere anche gli ex alunni”. 

E l’intento di questi ragazzi è stato rispettato a pieno nel primo numero qui in allegato, che non manca proprio di nulla. Il tema che gli studenti hanno scelto per questa prima uscita è la libertà di espressione, che viene ripresa in prima pagina nell’editoriale curato dal direttore di redazione Vittorio Orsina, l’approfondimento sul personaggio della psichiatra ed attivista egiziana Nawal el Saadawi curato da Jasmine Kokrhanek e una discussione a proposito della libertà ma questa volta osservata in ambito sportivo proposta da Ines Battista. 

Non manca inoltre una ricerca sui messaggi subliminali, grande limitazione della libertà del lettore, di Angelo Portas Chiesa e, nelle ultime pagine, un bellissimo sondaggio davvero da non perdere, dove sono stati coinvolti gli alunni attuali e gli ex studenti. Questo e molto altro nella prima uscita, merito del duro lavoro della redazione, formata anche da Diletta Marchesi, che si occupa di satira e di una rubrica di storia e cultura generale, Martina Arena che è anche l’autrice del logo per il giornalino.  Poi ancora Cristina Babetto responsabile delle interviste, Giulia Sacchi e Gaia Guzzi, le quali raccolgono recensioni e suggerimenti e Lorenzo Solito, appassionati di scienza e divulgazione scientifica. 

Per rimanere sempre aggiornati sulle novità e le nuove uscite, è possibile seguire la redazione sulle pagine social, cercando @giornale.ardea su instagram e facebook.

Beatrice Mirimin © Riproduzione riservata