Martedì 07 Luglio 2020

La malsana idea di andare al pronto soccorso di notte

Avete mai osato sentirvi male dopo le 20? In quel caso avete di fronte a voi due scelte: 1) chiamare la guardia medica sperando non ti mandino il medico leggermente insicuro che ti consiglia, dopo averti visitato, di andare al pronto soccorso, 2) prendere la macchina ed andare al pronto soccorso...di Mortara? dove ti hanno sempre prontamente prestato le cure, senza praticamente farti mai aspettare, salvo magari farti attendere, alla presenza di personale qualificato, un responso da Vigevano? 

...no adesso dopo le 20 devi prendere la macchina, farti quei 20 minuti di viaggio fino all’ospedale di Vigevano e prepararti a passare alcune ore nella speranza qualcuno ti visiti.

Sabato sera abbiamo avuto la sfortuna di dover andare al pronto soccorso, alle 22, la sala era gremita, anche con la presenza di gente seduta li solo per non stare fuori al freddo, dopo il passaggio all’accettazione ti invitano ad “accomodarti” in sala d’attesa in attesa di una chiamate che potrebbe avvenire dopo tempo indefinito...nel frattempo stai pagando il pargheggio perchè ovviamente anche di notte è a pagamento e non essendoci posti in zona...

Se ti senti male o devi stare così male da arrivarci con l’ambulanza, oppure, se non sei in pericolo di vita (es colica renale) ti conviene fare da te in attesa apra il pronto soccorso di Mortara la mattina dopo...tanto andando a Vigevano torneresti comunque l’indomani.

Il pronto soccorso di Mortara, anche nel servizio notturno, era una grande comodità, persone gentili e preparate ti prestavano comunque i primi soccorsi senza farti aspettare due ore...adesso sembra di stare nel terzo mondo.

Lettera Firmata © Riproduzione riservata