Venerdì 10 Luglio 2020

La festa diventerà lomellina: a San Pio X il “gran premio” a pedali e arriva il corteo degli sbandieratori

Pedalando verso San Pio 2019. Inizia il conto alla rovescia che gli stessi organizzatori amano nominare #roadtosanpio2019. Il quartiere di San Pio X da venerdì 30 agosto a domenica 1 settembre sarà lo scenario della 54esima Festa di San Pio X, la festa più antica della città di Mortara. Al timone il gruppo ormai consolidato dalle scorse due edizione, gli Snpx.

Si tratta di undici ragazzi tra i 20 e i 28 anni, giovanissimi e accomunati dall’amore per il quartiere nel quale sono cresciuti. A breve sveleranno il programma di questo attesissimo appuntamento che anche quest’anno, anticipano, prevederà momenti di coinvolgimento per tutte le età e le passioni, dallo sport al buon gusto. Svelata una delle prime novità, in programma per domenica 1 settembre. Una gara di auto speciali, come a Mortara non si era mai vista: arriva il GP di San Pio. “Il GP di San Pio – spiega Paolo Redo Bianchi, presidente dell’associazione Snpx – è una corsa di macchinine a pedali costruite dalle squadre concorrenti a partire da telai loro assegnati in origine. La gara rappresenta una tradizione consolidata nella città di Cergnago, dove da ormai cinque anni si tiene il “GP del risotto”.Lo scorso anno il nostro gruppo ha deciso di partecipare al Gran Premio di Cergnago su invito della Pro Loco del paese. È stata un’emozione metterci alla prova nella costruzione di una macchinina a pedali e nella gara vera e propria, al punto che ci sarebbe piaciuto condividere queste sensazioni anche durante la nostra Festa. Ci siamo confrontati e abbiamo quindi studiato una gara apposta per questa occasione: il Gran Premio di San Pio della prima domenica di settembre sarà il preludio di questa avventura a pedali mentre, due settimane dopo, le stesse scuderie si confronteranno nella classica gara di Cergnago”.

Per il GP di San Pio si sono già confermate otto scuderie: quattro di Cergnago, una di San Giorgio, una di Gambolò, una di Castello d’Agogna e una di Mortara, in gara con i ragazzi di San Pio. Nel pomeriggio di domenica 1 settembre il quartiere di San Pio X si trasformerà in una magica pista che le scuderie concorrenti dovranno completare nel minor tempo possibile per aggiudicarsi l’ambito primo posto.

“La mattina – spiega Paolo Redo Bianchi – ci saranno i primi giri di prova, tramite i quali le macchinine e i piloti potranno cominciare a prendere confidenza con la pista, mentre nel pomeriggio, alle 15.30, inizierà la vera e propria competizione, introdotta da un’esibizione di apertura a cura del gruppo degli Sbandieratori di Vigevano dell’associazione di promozione sociale “Onda Sforzesca”. Ma non esiste gara senza un’avvincente cronaca che sappia mettere in risalto l’adrenalina della corsa. Per questo motivo abbiamo chiesto al nostro carissimo amico Mauro Starone di accompagnarci, con la sua voce e il suo entusiasmo, anche nella giornata di domenica”.

I ragazzi di San Pio scenderanno in pista con una macchinina a pedali di loro costruzione e di colore arancione, un colore che portano nel cuore fin dal primo anno al timone della festa. “L’arancione è il colore della Chiesa all’ombra della quale siamo cresciuti. – spiega emozionato il giovane presidente dell’associazione Snpx – Tre anni fa, quando abbiamo deciso di far rinascere la festa patronale del nostro rione siamo partiti proprio da lì, da ciò che ci teneva legati e da ciò che avevamo in comune. Per anni abbiamo collaborato nell’ambito del banco di beneficenza, sotto la guida dalle donne del quartiere che ci hanno trasmesso l’amore per questa festa. Il nostro simbolo è quindi diventato un grande cuore arancione, un abbraccio al nostro quartiere e alla nostra amicizia, la ragione di tutto questo”. 


Il Nuovo Lomellino © Riproduzione riservata