Sabato 16 Ottobre 2021

La biblioteca dice basta alla violenza sulle donne: martedì arriva la “panchina rossa”

Il prossimo martedì, 26 giugno, tutta la cittadinanza è invitata alla biblioteca civica “Francesco Pezza” per assistere all’installazione di una panchina rossa che verrà posizionata nel cortile della biblioteca stessa, dedicata alle donne vittime di violenza, un gesto simbolico per sensibilizzare la città intera contro la violenza maschile di genere.
La cerimonia, che avrà inizio alle 17 e 30, è organizzata dalla biblioteca mortarese in collaborazione con l’associazione Amicivico17 e riprende un’idea promossa dal movimento degli Stati Generali delle Donne, i quali dallo scorso 25 novembre operano nel coinvolgere i comuni italiani, gli enti, le associazioni e le scuole, per collocare nel proprio territorio o nella propria sede una panchina rossa, simbolo della lotta contro la violenza.
L’idea degli Stati Generali prende spunto dalle numerose istallazioni che, nel mondo, sono state create per ricordare il significato della giornata mondiale per l’eliminazione della violenza sulle donne, designata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 25 novembre, in memoria del brutale assassinio delle sorelle Mirabal avvenuto il 25 novembre 1960 durante il regime dittatoriale di Rafael Leonidas Trujillo, in Repubblica Domenicana.
La panchina rossa è diventata anche il simbolo dell’attività di comunicazione e di sensibilizzazione lanciata dagli Stati Generali, che ha lo scopo di favorire una cultura di parità e di far conoscere a tutti i cittadini le azioni di contrasto attuate contro la violenza sulle donne. Il colore rosso, in particolare, vuole significare il colore del sangue versato durante le violenze in tutte le loro forme, sia fisiche che psicologiche ed economiche, mentre la panchina vuole simboleggiare uno spazio pubblico occupato idealmente da una donna vittima di violenza, come segno tangibile della sua presenza.
Durante la cerimonia saranno presenti ed interverranno il sindaco Marco Facchinotti, Silvia Piani, assessore Regione Lombardia alle politiche della famiglia, genitorialità e pari opportunità, Tina Magenta, ambasciatore del progetto “Panchina rossa” e Isa Maggi, degli Stati Generali delle donne.

Luca Degrandi © Riproduzione riservata