Venerdì 18 Ottobre 2019

In Borsa merci arriva “Saturno”: l’occhio del satellite a servizio dell’agricoltura

L’agricoltura 2.0 fa il punto della situazione. Aratro e mietitrebbia, ma anche satellite. E’ questa l’innovazione del progetto “Saturno” presentato nello scorso mese di gennaio dal  Distretto agricolo delle risaie lomelline. Mercoledì prossimo, 18 luglio, in Borsa merci si verificherà lo “stato dell’arte” del piano di sviluppo che permette di mettere la tecnologia satellitare a servizio dell’agricoltura. 

Così si potrà capire come i satelliti sono stati utilizzati come supporto per le tecniche di fertilizzazione in risicoltura. Il progetto pilota è stato avviato in tre realtà agricole del territorio lomellino: l’azienda Braggio di Zeme, l’azienda Franchino di Rosasco e alla Cassinetta di Cozzo, di proprietà della famiglia Gallarati Scotti. “Saturno”, finanziato con oltre 200mila euro dal Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale – PSR 2014-20 di Regione Lombardia, mira a trasferire e diffondere metodologie innovative e tecniche a supporto di una distribuzione del fertilizzante razionale e sostenibile, attraverso l’utilizzo di tecnologie satellitari e modellistica agronomica. A seguito dei seminari teorici tenuti a Febbraio 2018, il Distretto Agricolo delle Risaie Lomelline insieme ad i partner scientifici, Cnr-Irea e il gruppo Cassandra lab di Univesità degli Studi di Milano, organizzano il primo workshop che si articolerà in due sessioni di mezza giornata che prevedono laboratori pratici in campo e formazione in aula e verteranno sugli aspetti pratico-applicativi dell’uso di smart technologies per il supporto alla concimazione azotata in risaia. Il programma della giornata di approfondimento, in programma mercoledì 18 luglio, prevede alle 9 e 15 l’ntroduzione ai lavori della giornata, tenuta dal professor Roberto Confalonieri di Cassandra lab dell’Università degli studi di Milano. Un’ora più tardi i partecipanti saranno trasferiti nelle aziende agricole aderenti al progetto: qui si procederà alle rilevazioni in campo di dati tramite le app PocketN e PocketLAI, sviluppate da Cassandra lab, che consentono di stimare in modo pratico ed efficace lo stato nutrizionale azotato della coltura per supportare la definizione di strategie di concimazione mirate. 

Nel pomeriggio, alle 14 in Borsa merci, è in programma l’inizio dell’analisi dei dati rilevati in campo e la discussione dei risultati ottenuti con il professor Roberto Confalonieri e il team Cassandra lab. Alle 16 e 30, spazio ad Unicredit che presenterà le linee di intervento dedicate al mondo agricolo. Ad illustrarlo sarà Daniele Pestarino, Consulente business sviluppo area commerciale Pavia e Lodi.

L’evento è aperto non solo agli addetti ai lavori, ma anche al pubblico che avrà modo di essere aggiornato sulle attività che avvengono in un territorio da sempre vocato alla coltivazione di questo prezioso cereale.

Per motivi organizzativi l’iscrizione è necessaria entro venerdì 13 luglio, telefonando al numero 02/36706284 oppure contattando l’organizzazione tramite il recapito di posta elettronica info@progettosaturno.it. In caso di previsioni di pioggia il workshop verrà rimandato e sarà comunicata una nuova data.Per partecipare è essenziale munirsi di stivali da campagna impermeabili.


Vittorio Testa © Riproduzione riservata