Martedì 10 Dicembre 2019

Il tris d’assi dello scientifico alle Olimpiadi di statistica

  • -
  • 21 Febbraio 2019

I progetti che impegnano i ragazzi della 1°QS del liceo scientifico quadriennale riguardano davvero tutte le materie di studio a 360 gradi. Partendo con le discipline scientifiche, è da sottolineare il grande successo di Filippo Assensi, Umberto Corsico e Giuseppe Renda che hanno raggiunto delle ottime posizioni tra i primi posti gareggiando alle prove individuali della nona edizione delle Olimpiadi Italiane di Statistica, che alla fine di gennaio ha riunito 783 ragazzi provenienti da tutta Italia.

La squadra formata da tutti gli studenti della classe invece si è classificata tra le prime trenta scuole a livello nazionale e si è assicurata così il lasciapassare per la successiva fase a squadre per i ragazzi di prima e seconda. Rimanendo in campo scientifico, gli studenti del quadriennale stanno svolgendo in questi mesi diverse attività didattiche progettate dai loro docenti in collaborazione con il dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano (che supporta gli insegnanti con appositi corsi di formazione), con lo scopo di migliorare la qualità dell’insegnamento attraverso l’utilizzo di metodi didattici innovativi. 

Numerosi poi i laboratori svolti dai ragazzi per imparare nuovi insegnamenti di informatica, fisica e scienze naturali. 

Una grande attenzione è rivolta poi naturalmente alle lingue. Prima tra tutte il latino, che ha assunto una nuova luce agli occhi degli studenti grazie al programma online “Alatin”, una piattaforma digitale che, basato su una logica di gamification, permette uno studio personalizzato, con traguardi di apprendimento definiti dal proprio insegnante secondo specifici standard i quali, al superamento dei vari step sbloccano i livelli successivi, con domande ed esercizi via via più difficili. Non solo progetti “statici” ma spazio anche allo sport grazie alla collaborazione con la società di Ginnastica Artistica La Costanza, che mette a disposizione la propria palestra per far svolgere delle lezioni interessanti e divertenti, curate dall’insegnante di classe insieme agli atleti esperti che fanno parte della società, aggiungendo un’ora in più al normale programma scolastico di educazione motoria. In ultimo, ma non certo per importanza, gli studenti sono coinvolti in diverse uscite sul territorio, per conoscere meglio il patrimonio artistico e paesaggistico locale, che li porterà proprio domani presso le Gallerie d’ Italia di Piazza della Scala a Milano.

Beatrice Mirimin © Riproduzione riservata